Due o tre cose che nessuno dice sui trapianti, di Ida Magli

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Due o tre cose che nessuno dice sui trapianti, di Ida Magli

Messaggio Da Ishtar il Lun Set 08 2008, 22:12

Fast ha scritto:Figurati, a 60 ci sono arrivato. Che cavolo mi faccio trapiantare?

ma tu sei sano di mente. non sai quante e quanti settantenni ci sono in giro, rifatti dentro e fuori, che non si rassegnano e sono disposti a tutto. come al solito se il cliente chiede il mercato risponde.
avatar
Ishtar

Messaggi : 1326
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Due o tre cose che nessuno dice sui trapianti, di Ida Magli

Messaggio Da aladino il Mar Set 09 2008, 01:08

ma non sapete neanche quanti settantenni hanno una qualita' di vita
(no money, no viagra, no troie) che tanti bamboccioni piagnoni sfigati neanche se sognano..........non e' questione d' anagrafe ( argomento un po miserabile) tantomeno di quattrini.........vecchi ( e tristi) si nasce e' assodato.........
A perdere: quanto ce costano i creatori di sempreverdi del sabato sera? E i tossici? E i virus dei bulimici sessuali ignoranti ( frocetti in primis)?
E le epatiti da piercing.....e gli effetti degli sballi e degli scazzi.....??????

aladino

Messaggi : 3589
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Due o tre cose che nessuno dice sui trapianti, di Ida Magli

Messaggio Da catilina il Mar Set 09 2008, 09:40

ho capito : nessuno vuole vietare i trapianti.

quello che non ho capito è cosa vuol dire " cosa si nasconde dietro i trapianti" ??

cosa si nasconde??

il business?? "non solo " dice la magli.

quali sono gli "atroci segreti" che intende la magli??

perchè " la Chiesa ha dato il massimo impulso alla pratica dei trapianti " ??

cosa vuol dire lasciare in sospeso queste domande , coinvolgendo e dio e la madonna passando per gli uomini, ??

il traffico di organi???
complicità del vaticano??
ideologie perverse??

cosa sottintende la magli?????

mi sembra blondet.
avatar
catilina

Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Due o tre cose che nessuno dice sui trapianti, di Ida Magli

Messaggio Da catilina il Mar Set 09 2008, 09:50

Ishtar ha scritto:
catilina ha scritto:'alternativa ??

cosa diciamo al malato che sta aspettando il rene per non crepare??
"mi spiace sig. Ernesto , lei potrebbe continuare a vivere una vita decente ma da oggi i trapienti sono vietati per non dar modo alla mafia di speculare sulle sue e di altri necessità"

ti sembra sensato??

Catilina non ci siamo capiti. Non ho detto che sono contraria ai trapianti. Non mi sta bene che il signor Ernesto di 70 anni, siccome non c'é un rene per lui secondo le vie regolari, si prende quello di un bambino laotiano di 12 anni. E non mi starebbe bene neanche se il signor Ernesto avesse la mia età. Non c'é il rene? Deve morire qualcuno che sta in salute e contro la sua volontà per darmelo? Preferisco morire io.
Ma chissà? Magari mia madre di nascosto pagherebbe un cinesino al mercato degli organi perché non può sopportare l'idea. E io avrei a mia insaputa il mio fantastico rene di 12enne. Se questo è vivere bene...

benissimo, ma se tu hai reso chiaro il problema in 5 righe perchè la magli ne impiega 50 tirando in ballo misteri e segreti, il papa e la chiesa??

cosa nasconde il suo pensiero??

che cacchio vuol dire????????
avatar
catilina

Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Due o tre cose che nessuno dice sui trapianti, di Ida Magli

Messaggio Da Fast il Mar Set 09 2008, 12:06

Riassumendo. la Chiesa traffica organi?
avatar
Fast

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Due o tre cose che nessuno dice sui trapianti, di Ida Magli

Messaggio Da Nazarine il Mar Set 09 2008, 13:35

Fast ha scritto:Riassumendo. la Chiesa traffica organi?

si, sacri
avatar
Nazarine

Messaggi : 3148
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Due o tre cose che nessuno dice sui trapianti, di Ida Magli

Messaggio Da catilina il Gio Set 11 2008, 19:25

ma c'è qualcuno che ha voglia di spiegarmi cosa sottintende la magli???

ma sono solo io ad avere questa curiosità?

voi avete capito tutto??
avatar
catilina

Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Due o tre cose che nessuno dice sui trapianti, di Ida Magli

Messaggio Da Ishtar il Gio Set 11 2008, 23:03

ricorda che la magli è un'antropologa e non un'antropologa qualunque.
(adoro queste faccende!! altro che scienza profana...)
beccati pure questo articolo cati...ma non è finita...

La sacralità del corpo

di Ida Magli

il Giornale | 20 Agosto 2008


Per cercare di capire le motivazioni profonde della decisione presa dalle autorità egiziane di non permettere le donazioni di organi fra persone di religione copta e quelle di religione musulmana, è indispensabile partire da molto lontano. E lontano soprattutto dalla mentalità occidentale che ha in pratica quasi del tutto annullato il confine fra percezione “sacra” della vita, degli uomini, del mondo, di Dio, e percezione laica, ossia immediata, concreta, razionale, utile.
Sono le religioni, ogni religione, ad aver dato un significato “vivo” alla morte, considerandola come un momento di passaggio ad una vita più vera, quella del dopo la morte, dell’al di là divino, della conoscenza e dell’amore con Dio, dell’amore perfetto con gli altri uomini. Nel cristianesimo, poi, più che in tutte le altre religioni, questa vita d’amore nell’al di là è diventata la speranza e la consolazione più forte per tutta la solitudine, i dolori, le sofferenze, le angosce, che accompagnano ogni individuo sulla terra in quanto è fondata sulla fede nella resurrezione del corpo e nel ritrovamento nell’al di là di tutti coloro che ci sono stati cari. Nessuna religione è “vicina” ai bisogni più profondi dell’uomo quanto il cristianesimo proprio perché ha assunto il corpo insieme allo spirito; e ha reso possibile così a chi crede, la “santificazione” del corpo già durante la vita come hanno sempre affermato gli asceti, i mistici, gli innamorati di Gesù, i primi martiri, quei martiri che in carcere appoggiavano l’eucarestia sul corpo di uno dei prigionieri considerandolo un altare. E cosa dire del culto delle reliquie? Le reliquie non sono forse parti del corpo di un Santo? Ma nel cristianesimo tutti i morti nella fede sono santi.
Dunque per capire la questione posta in Egitto dal divieto delle donazioni di organi fra uomini di diversa religione, bisogna per prima cosa riflettere sulla importanza e la sacralità del corpo di un credente. L’idea della totale uguaglianza diffusa oggi in Occidente costringe a superare qualsiasi confine fra gli uomini e senza dubbio questo appare come un ideale, un valore bellissimo, ma si tratta di un ideale, di un valore “meta-fisico” che bisogna stare attenti a non forzare sul piano del concreto proprio per non porre un abisso fra la sensibilità laica e quella religiosa. E’ tipico delle religioni stabilire “differenze” in quanto soltanto con la percezione di una differenza, di uno stacco, di un confine si riesce, con i sensi limitati di cui sono dotati gli uomini, a intuire il “sacro”, a credere nel “sacro”, a temerlo, a rispettarlo. Tutti i tabù che si ritrovano fra le popolazioni del mondo nascono come isolamento dal sacro e al tempo stesso come difesa e come rispetto del sacro. Il divieto di mangiare determinati cibi o bevande è già frutto del timore di contaminazione, così come il divieto di toccare la donna mestruata e in generale tutto quello che ha a che fare con il sangue. Se da noi è permesso ai musulmani e agli ebrei di macellare gli animali in modo che le carni siano del tutto prive di sangue, se è permesso che i defunti vengano seppelliti in terreni separati, non dovrebbe stupirci neanche il bisogno di separatezza di ciò che l’individuo possiede di più proprio: il suo corpo.
Forse questa occasione può essere utile per riflettere, senza reazioni immediate di rifiuto, su ciò che sta accadendo in Occidente, al fine di capovolgere la prospettiva con la quale siamo abituati a guardare agli avvenimenti che ogni giorno mettono a dura prova la nostra coesistenza con tanti stranieri. Percepire le differenze è strumento essenziale del pensiero: sarebbe sciocco e pericoloso metterlo a tacere visto che è il pensiero l’organo indispensabile alla sopravvivenza della specie umana. Se cominciassimo a comprendere che siamo noi, e non gli stranieri, quelli che stanno per morire perdendo la specificità della nostra storia, della nostra religione?

Ida Magli
20 agosto 2008
avatar
Ishtar

Messaggi : 1326
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Due o tre cose che nessuno dice sui trapianti, di Ida Magli

Messaggio Da aladino il Ven Set 12 2008, 01:18

Un organo in ogni chiesa. Donato da un fedele.......Amen

aladino

Messaggi : 3589
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Due o tre cose che nessuno dice sui trapianti, di Ida Magli

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum