L'acqua

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

L'acqua

Messaggio Da gbg il Ven Ago 29 2008, 20:59

"Se, nei prossimi dieci o quindici anni, non verrà concertata nessuna azione volta a garantire la fornitura dell’acqua in un quadro mondiale efficace di regolamentazione politica, economica, giuridica e socioculturale, il suo dominio provocherà innumerevoli conflitti territoriali e condurrà a rovinose battaglie economiche, industriali e commerciali."

Lo afferma Riccardo Petrella, consigliere alla Commissione Europea, professore all’Università Cattolica di Lovanio E Presidente del Club di Lisbona, ed è ciò che già si sta verificando in diverse parti del mondo.
avatar
gbg
Admin

Messaggi : 911
Data d'iscrizione : 29.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://giordanobrunoguerri.tribunalibera.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da Fast il Ven Ago 29 2008, 21:05

Comprerò azioni di desalinizzatori.
avatar
Fast

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da fabio il Sab Ago 30 2008, 10:40

l'acqua e , come l'acqua, tutte le fonti di energia
tutto il progresso ci portera' a infiniti tentativi di autoinchiappettamento ?
avatar
fabio

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 16.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da Fast il Sab Ago 30 2008, 10:45

Come sempre nella storia: che si tratti di miniere o terreni fertili, pozzi petroliferi o fonti d'acqua .
avatar
Fast

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da gbg il Lun Set 15 2008, 00:51

Le Guerre dell'Acqua

L’acqua
è destinata a rivestire un’importanza sempre più rilevante nei rapporti tra gli
Stati, con il rischio di dare origine a violenti conflitti.


In
alcune regioni del mondo, la scarsità di acqua potrebbe diventare quello che la
crisi dei prezzi del petrolio è stata, negli anni settanta: una fonte
importante di instabilità economica e politica.
Quasi il 40% della popolazione mondiale dipende da sistemi fluviali comuni a
due o più paesi. L'India e il Bangladesh disputano sul Gange, il Messico e gli
Stati Uniti sul Colorado, la Cecoslovacchia e l'Ungheria sul Danubio. Una zona
calda emergente è l'Asia centrale, dove 5 ex repubbliche sovietiche, da poco
indipendenti, si dividono due fiumi già troppo sfruttati, l'Amu Darja e il Sjr
Darja. E' soprattutto nel Medio Oriente tuttavia che le dispute sull'acqua
stanno modellando gli scenari politici e i futuri economici.


L'Egitto
è un esempio dei dilemmi e delle incertezze che devono affrontare i paesi con
una rapida crescita demografica e fonti di approvvigionamento idrico molto
limitate sul proprio territorio nazionale. 56 milioni di persone in Egitto
dipendono quasi interamente dalle acque del Nilo, ma le origini del fiume non
si trovano all'interno dei confini del paese. l'85% del Nilo è generato dalla
piovosità in Etiopia e scorre come Nilo azzurro nel Sudan prima di entrare in
Egitto. La parte restante dipende dal sistema del Nilo bianco, che ha le sue
sorgenti in Tanzania, al lago Vittoria, e si congiunge al Nilo azzurro nei
pressi di Khartoun. Il fiume più lungo del mondo rifornisce in tutto nove
nazioni, e in Egitto arriva per ultimo. Sulla base di un accordo sottoscritto
nel 1959 con il Sudan, l'Egitto ha diritto ogni anno a 55,5 miliardi di metri
cubi d'acqua del Nilo, mentre al Sudan ne sono stati assegnati 18,5. Per
soddisfare il suo fabbisogno l'Egitto integra l'acqua del Nilo con piccole
quantità di acque freatiche, con l'acqua del drenaggio agricolo e con acque di
scolo municipali trattate. Nel 1990, ha avuto una disponibilità di 63,5
miliardi di metri cubi di acqua. sfortunatamente, anche secondo le proiezioni
più modeste la domanda idrica egiziana salirà a 69,4 miliardi di metri cubi per
la fine del decennio.
(da internet, fonte precisa - trattandosi di acqua - perduta)
avatar
gbg
Admin

Messaggi : 911
Data d'iscrizione : 29.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://giordanobrunoguerri.tribunalibera.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da aladino il Lun Set 15 2008, 02:08

Come sara' importante allora avere accanto una donna.......e la sua testa....


aaaaargh Twisted Evil

aladino

Messaggi : 3589
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da gbg il Mar Set 16 2008, 02:04

L’acqua in cifre

Anche se la
superficie terrestre è coperta per il 71% di acqua, questa è costituita per il
97,5% da acqua salata. L’acqua dolce è per il 68,9% contenuta in ghiacciai e
nevi perenni, per il 29,9% nel sottosuolo e solo lo 0,3% è localizzata in fiumi
e laghi, e quindi potenzialmente disponibile. Tale quantità corrisponde allo
0,008% dell’acqua totale del pianeta. Si tratta di un quantitativo irrisorio
distribuito in modo ineguale sulla superficie terrestre. La maggior parte di
essa, infatti, è concentrata in alcuni bacini in Siberia, nella regione dei
grandi laghi in Nord America, nei laghi Tanganika, Vittoria e Malawi in Africa,
mentre il 27% è costituita dai cinque più grandi sistemi fluviali: il Rio delle
Amazzoni, il Gange con il Bramaputra, il Congo, lo Yangtze e l’Orinoco.


Nel mondo,
un miliardo e 400 milioni di persone del pianeta non hanno accesso all’acqua
potabile. Il rischio è grande che nell’anno 2025, quando la popolazione
supererà gli 8 miliardi di esseri umani, il numero delle persone senza accesso
all’acqua potabile aumenti a più di 3 miliardi.


In media
ogni abitante del pianeta consuma oggi il doppio di acqua rispetto all’inizio
del 1900, e globalmente, il consumo mondiale di acqua è circa decuplicato solo
nell’arco di un secolo.


Negli
ultimi cinquant’anni la disponibilità d’acqua è diminuita di tre quarti in
Africa e di due terzi in Asia. La FAO prevede che nel 2000 saranno almeno 30 i
paesi che dovranno far fronte a crisi idriche croniche.


In Africa
la disponibilità di acqua potabile, reti fognarie e servizi igienici è ancora
molto lontana da uno standard accettabile, soprattutto nelle aree rurali, dove
meno del 60% della popolazione dispone di acqua potabile e meno della metà di
servizi igienici.


In Papua
Nuova Guinea il 70 % della popolazione non ha accesso all'acqua, in Zambia la
percentuale è del 73% e in Burkina Faso sale al 78%.


Un
cittadino nordamericano utilizza 1.700 metri cubi di acqua all’anno; la media
in Africa è di 250 metri cubi all’anno. La Commissione mondiale per l’acqua
indica in 40 litri al giorno a persona la quantità minima per soddisfare i
bisogni essenziali. Con circa 40 litri noi italiani facciamo la doccia, per gli
altri rappresenta l’acqua di intere settimane.


800 milioni
sono le persone che non hanno un rubinetto in casa e secondo le stime dell’OMS,
l’Organizzazione Mondiale per la Sanità, più di 200 milioni di bambini muoiono
ogni anno a seguito del consumo di acqua insalubre e per le cattive condizioni
sanitarie che ne derivano. Complessivamente si stima che l’80% delle malattie
nei Paesi del Sud del mondo sia dovuto alla cattiva qualità dell’acqua. Sono
fondamentalmente 5 le malattie di origine idrica: 1) malattie trasmesse
dall'acqua (tifo, colera, dissenteria, gastroenterite ed epatite); 2) infezioni
della pelle e degli occhi dovuti all'acqua (tracomi, lebbra, congiuntivite e
ulcere); 3) parassitosi legate all'acqua; 4) malattie dovute ad insetti
vettori, ad esempio mosche e zanzare; 5) infine, malattie dovute a mancanza di
igiene (taeniases).


L’Italia è
prima in Europa per il consumo d’acqua e terza nel mondo con 1.200 metri cubi
di consumi l’anno pro capite. Più di noi soltanto gli Stati Uniti e il Canada.
Rispetto i parametri europei non possiamo invece che passare per spreconi: gli
italiani consumano quasi 8 volte l’acqua usata in Gran Bretagna, dieci volte
quella usata dai danesi e tre volte quello che consumano in Irlanda o in
Svezia. Allarme sullo spreco anche da parte del WWF che annuncia la
disponibilità d’acqua dolce in Italia sta scendendo dai 2.700 metri cubi pro
capite ai 2.000 metri cubi.
avatar
gbg
Admin

Messaggi : 911
Data d'iscrizione : 29.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://giordanobrunoguerri.tribunalibera.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da aladino il Mar Set 16 2008, 02:31

Gbg.
200 milioni di bambini muoiono
ogni anno a seguito del consumo di acqua insalubre.


Straziante.Angosciante.
Una delle cose su cui non mi azzardo a fare battute.........


L' enciclopedico W.Reich aveva escogitato una soluzione per far piovere in Africa.
Il fatto che successivamente sia morto pazzo, deve aver svalutato il suo progetto.........
Vedo se trovo qualcosa......

aladino

Messaggi : 3589
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da aladino il Mar Set 16 2008, 02:35

Eccolo: ( noin era Africa, ma lanciamo l' idea)




W.Reich e gli UFO

UNO PSICOLOGO A CACCIA DI UFO
...Tanto scomodo da finire i suoi giorni in un carcere americano, vittima di un sistema che temeva le sue eretiche teorie, Wilhelm Reich (1897-1957) fu uno dei pensatori più originali di questo secolo. Precedentemente rimosso dalla cultura contemporanea, oggi torna nuovamente in auge per le possibili applicazioni scientifiche delle sue teorie connesse anche agli UFO. Wilhelm Reich è stato uno scienziato controverso ma razionale, scopritore del principio orgonico,una energia vitale, cosmica e primordiale,(1) onnipresente in natura, suscettibile di sperimentazioni e misurazioni mediante speciali "accumulatori orgonici" che egli usava anche per scopi terapeutici.
Il suo lavoro scientifico (dagli anni '20 agli anni '50), incentrato sulla scoperta di questa "fonte generatrice di energia", lo convinse che potesse trattarsi della causa generante gli UFO, e che questi stessi potessero essere facilmente catturati mediante l'utilizzo di particolari apparecchi quali il "cannone orgonico". Infatti, durante le operazioni con il "nubifugatore" (o cloudbuster) ideato da Reich per creare pioggia e vegetazione nel deserto dell'Arizona, furono avvistati numerosi UFO. Lo psicoanalista austriaco durante le sue osservazioni asseri' che gli UFO erano una delle cause della desertificazione e che non solo erano ostili perché interferivano con i suoi esperimenti ma, consumando l'enegia orgonica dell'atmosfera, espellevano scarichi di energia letale decomposta che dissolveva le nubi.
(riflettere)
Me sa che Giardini s' incazza.........



(1) - donde la Pompa orgonica , detta anche orgonica a bocca..........(ridere)

aladino

Messaggi : 3589
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da Fast il Mar Set 16 2008, 08:17

I consumi italiani sono in massima parte dovuti alle perdite dei nostri acquedotti: olre il 30% dell'acqua si disperde.
Bisognerebbe rinnovarli tutti.
In seconda battuta: se mi faccio meno docce l'acqua che risparmio arriva in Africa?
avatar
Fast

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da Liutprando il Mar Set 16 2008, 10:13

Troppa popolazione.
avatar
Liutprando

Messaggi : 785
Data d'iscrizione : 22.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da Ospite il Mar Set 16 2008, 14:47

Caro Gbg, ti consiglio di metterti in contatto con Alex Zanotelli, sta portando avanti un lotta per evitare la privatizzazione dell' acqua e, con essa, la possibilità che ancora meno persone possano averne accesso. Comunque la questione è grave. Per altro, mi diceva appunto Alex, che il signor Bush ha da poco comprato un immenso appezzamento di terreno in Colombia(mi pare), sotto il quale è situato un enorme bacino idrico. Questo per dire, che la corsa all'acqua è già iniziata. Effettivamente, se per il petrolio che non serve per vivere accade quello che accade, per l'acqua cosa ci dobbiamo aspettare?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da Mario Giardini il Mar Set 16 2008, 15:07

aladino ha scritto:Gbg.
200 milioni di bambini muoiono
ogni anno a seguito del consumo di acqua insalubre
.

Questo numero non può non essere un errore. E se l'errore è volontario (da parte di chi scrive l'articolo riportato da Giordano) allora è di una malafede, ma anche di una stupidità, colossale: 200 milioni di bambini rappresentano circa il 2,9 % della popolazione mondiale. Se quindi avessimo che solo a causa dell'acqua muore ogni anno il 2,9% della popolazione mondiale, dovremmo essere in presenza di una sua continua diminuzione.
Il ché come tutti sanno non è.
Sul tema acqua tornerò in seguito.
avatar
Mario Giardini

Messaggi : 493
Data d'iscrizione : 02.05.08

Vedi il profilo dell'utente http://nullius.myblog.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da Nazarine il Mar Set 16 2008, 15:16

Fast ha scritto:I consumi italiani sono in massima parte dovuti alle perdite dei nostri acquedotti: olre il 30% dell'acqua si disperde.
Bisognerebbe rinnovarli tutti.

verissimo altro che prendersela con i cittadini, facciamo acqua da tutte le parti
avatar
Nazarine

Messaggi : 3148
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da Mario Giardini il Mar Set 16 2008, 18:22

Mario Giardini ha scritto:
aladino ha scritto:Gbg.
200 milioni di bambini muoiono
ogni anno a seguito del consumo di acqua insalubre
.

Questo numero non può non essere un errore. E se l'errore è volontario (da parte di chi scrive l'articolo riportato da Giordano) allora è di una malafede, ma anche di una stupidità, colossale: 200 milioni di bambini rappresentano circa il 2,9 % della popolazione mondiale. Se quindi avessimo che solo a causa dell'acqua muore ogni anno il 2,9% della popolazione mondiale, dovremmo essere in presenza di una sua continua diminuzione.
Il ché come tutti sanno non è.
Sul tema acqua tornerò in seguito.
Cito me stesso per completare questo punto: mi sembrava di aver letto qualcosa al riguardo. Infatti (dato 2000) l'OMS attribuiva a malattie legate a uso di acque contaminate un numero di decessi all'anno fra 2 e 5 milioni (due e cinque). Quindi 200 milioni sono una bufala cosmica. Il dato si trova sul sito della WHO ed è citato in un articolo che avevo letto. C'è poi una previsione dove si parla di CUMULATIVE deaths (periodo 2000 - 2020), con una stima della crescita della popolazione a circa 8 miliardi di individui, fra i 52 milioni e i 118 milioni di morti. Una media fra i 2,5 e i 6 milioni all'anno.
Naturalmente anche due milioni di persone, soprattutto bambini, sono una cifra spaventosa, intollerabile. Ma inventarsi i numeri è uno sport che non mi piace: quasi sempre nasconde secondi fini (politici et economici). E non sono fini condivisibili.
avatar
Mario Giardini

Messaggi : 493
Data d'iscrizione : 02.05.08

Vedi il profilo dell'utente http://nullius.myblog.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da aladino il Mar Set 16 2008, 19:01

Sempre tanti....per un nonno ( o un .."tonno")
Tks, Mario.

aladino

Messaggi : 3589
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da Mario Giardini il Mar Set 16 2008, 19:49

[quote="aladino"]
W.Reich
scopritore del principio orgonico,una energia vitale, cosmica e primordiale quote]


All’energia vitale, cosmica e primordiale preferisco di gran lunga l’energia tout court. La soluzione del problema dell’acqua è in grande misura, a mio modo di vedere, legato a come in futuro si utilizzeranno le fonti primarie di energia. Vediamo di spiegarci. L’87 % dell’energia che si consuma nel pianeta viene da quattro fonti primarie. Petrolio (35%), Carbone (25%), Gas naturale (21%) e Nucleare (6%). Per ottenere l’energia da queste fonti si utilizzano processi di trasformazione (si tenga presente che per semplicità trascuro il fatto che nessuna di queste fonti primarie è utilizzabile senza essere previamente trattate con vari processi, che a loro volta utilizzano energia per funzionare).
Il processo classico è trasformare la fonte (es: gas naturale) in calore. E dal calore ottenere, per esempio, elettricità.

Bene: nessuno di questi processi ha un rendimento (cioè una efficienza) superiore al 30%. In molti casi, è inferiore. Questo significa che il 70% o più del calore rimane inutilizzato: è un “rifiuto” che viene disperso nell’ambiente.

Vediamo un paio di esempi. Un motore di una macchina converte la benzina in energia termica che a sua volta si trasforma in energia meccanica, facendo muovere la macchina. Rendimento, come dicevo, inferiore al 30%. Il resto del calore che fine fa? Semplice: disperso nell’ambiente. Scalda l’aria, la strada, la macchina, i gatti accovacciati sul motore.

Altro esempio: l’elettricità. Una centrale a carbone brucia il carbone e lo trasforma, in primis, in energia termica. Questo calore viene utilizzato per produrre vapore acqueo ad alta temperatura e ad alta pressione. Il vapore viene inviato a una turbina a vapore, e la fa girare. Calettato sull’asse della turbina c’è un generatore che genera elettricità. Anche qui, efficienza del processo (cioè quantità di calore trasformata in energia elettrica) pari al 30%. Anche qui, il 70% del calore prodotto rimane inutilizzato. Disperso nell’ambiente, in genere tramite le acque di un fiume o le acque marine, che vengono utilizzate per raffreddamento.

Domanda: non si potrebbe utilizzare questo calore (ricordo: almeno il 70% di quello prodotto) per farci qualcosa di utile? Risposta: sì. Viene fatto? No, salvo piccole eccezioni (esempio: il teleriscaldamento di alcune città – cosa che però ovviamente serve solo per un certo periodo dell’anno).

Perché capita questo fatto? Perché in generale la temperatura alla quale viene prodotto il calore mediante combustione è troppo basso: in genere, parlando di centrali, anche nucleari, stiamo al massimo a 284° C. Che fare per evitare tale spreco?

Ci sono due strade. La prima è quella di innalzare la temperatura alla quale certi impianti lavorano (es: una centrale elettrica). Ciò consentirebbe di avere un calore residuo inutilizzato a temperature che lo rendono adatto per altri impieghi. Esempio: desalinizzare l’acqua di mare. Oppure: produrre idrogeno. Oppure: essere utilizzato in tutti i cicli industriali dove servono temperature di 500° o superiori.

L’altra strada è quella di cambiare alcune tecnologie in modo da evitare lo spreco. Per esempio, sostituire i motori endotermici degli autoveicoli con motori elettrici. Alimentati a batteria oppure con celle a combustibile (con ciò dando una mano sostanziale alla riduzione di emissione di CO2, CO e particolati vari). Queste ultime utilizzano l’idrogeno come combustibile. E l’idrogeno, molto caro da produrre con mezzi convenzionali, verrebbe invece quasi gratis (come produzione, ma necessita di essere distribuito capillarmente e la cosa non è semplice) come sottoprodotto di combustioni ad alta temperatura.

Il discorso è complesso e naturalmente non può esaurirsi qui. Però la conclusione, in relazione all’acqua, è questa: costruendo un certo numero di centrali nucleari di IV generazione e associandovi dei desalinizzatori, si otterrebbe come sottoprodotto acqua potabile a costi praticamente nulli. Pensate la cosa applicata in Puglia. O in Sicilia. Ma in Puglia Mrs Vendola è contraria. In Sicilia non so cosa pensi Lombardo: ma so cosa pensa la mafia. E la vedo dura.
avatar
Mario Giardini

Messaggi : 493
Data d'iscrizione : 02.05.08

Vedi il profilo dell'utente http://nullius.myblog.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da Fast il Mar Set 16 2008, 20:07

Oltrettuto risplende la notte e risparmio luce? Twisted Evil
avatar
Fast

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da Mario Giardini il Mar Set 16 2008, 20:17

Fast ha scritto:Oltrettuto risplende la notte e risparmio luce? Twisted Evil

???? Che vor dì?
avatar
Mario Giardini

Messaggi : 493
Data d'iscrizione : 02.05.08

Vedi il profilo dell'utente http://nullius.myblog.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da Giovanni Schioppo il Mar Set 16 2008, 20:25

Speriamo che non dovremo andare a prendere l'acqua sugli anelli di Saturno, come ne "Il destino di Marte" di Isaac Asimov.

Giovanni Schioppo

Messaggi : 37
Data d'iscrizione : 20.08.08
Età : 71
Località : Napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da Fast il Mar Set 16 2008, 21:23

Pensavo all'acqua radiottiva . (una battuta per la quale rido da solo).
avatar
Fast

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da gbg il Mer Set 17 2008, 03:38

Acqua: risorsa limitata

E’ chiaro,
quindi, che la principale fonte di vita dell’umanità si sta trasformando in una
risorsa strategica vitale.


Il valore
crescente dell'acqua, le preoccupazioni concernenti la qualità e la quantità di
approvvigionamenti, oltre che le possibilità di accesso, accordate o rifiutate,
stanno avvicinando l'acqua al petrolio e a certe ricchezze minerali in quanto
risorsa strategica. La sua rarità e il suo valore crescente porteranno sempre
più a delle politiche dell'acqua e a conflitti internazionali che potranno
attribuire ai diritti su quest'ultima un'importanza di primo piano.


Sono
diverse le soluzioni prese in esame e le tematiche di intervento per gestire al
meglio la crescita del consumo dell’acqua. Comunque è evidente che mancano
delle regole mondiali di controllo sulla gestione dell’acqua e la sua difesa
come bene comune, patrimoniale e prevale l’approccio di considerare l’acqua un
bene da lasciare alla libera regolamentazione del mercato.


Già nel
1994, alla Giornata Mondiale per l’Alimentazione, il Papa Giovanni Paolo II
sottolineava la necessità di "… considerare l'importanza dell'acqua per la
vita e la sussistenza degli individui e delle comunità. Giacché ognuno deve
avere la possibilità di accesso a rifornimenti d'acqua incontaminata, la
comunità internazionale è chiamata a cooperare per proteggere questa preziosa
risorsa da forme di utilizzazione non adeguate e dal suo spreco irrazionale. Senza
l'ispirazione che deriva dai principi morali profondamente radicati nei cuori e
nella coscienze degli uomini, gli accordi e l'armonia che dovrebbe esistere a
livello internazionale per la preservazione e l'uso di questa risorsa
essenziale saranno difficili da mantenere e portare avanti".
avatar
gbg
Admin

Messaggi : 911
Data d'iscrizione : 29.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://giordanobrunoguerri.tribunalibera.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da Mario Giardini il Mer Set 17 2008, 17:20

gbg ha scritto:Acqua: risorsa limitata

omunque è evidente che mancano
delle regole mondiali di controllo sulla gestione dell’acqua e la sua difesa
come bene comune, patrimoniale e prevale l’approccio di considerare l’acqua un
bene da lasciare alla libera regolamentazione del mercato
.
Non ho mai visto funzionare bene nessuna "regola di controllo mondiale". Perché dovrebbe funzionare in questo campo?
avatar
Mario Giardini

Messaggi : 493
Data d'iscrizione : 02.05.08

Vedi il profilo dell'utente http://nullius.myblog.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da Giovanni Schioppo il Mer Set 17 2008, 19:55

Penso che da qui a 50 anni (forse anche prima) la richiesta di acqua sarà il motivo di nuove guerre specialmente per i paesi che mancano della tecnologia adatta, cioè, come sempre, per i paesi più poveri per i quali sto prendendo in considerazione l'idea di elaborare un serio progetto di sviluppo sociale da sottoporre a chi vorrà ascoltarmi; ma già da ora mi accorgo che la cosa è estramamente complessa, anche se non impossibile.

Giovanni Schioppo

Messaggi : 37
Data d'iscrizione : 20.08.08
Età : 71
Località : Napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da Mario Giardini il Mer Set 17 2008, 19:57

Giovanni Schioppo ha scritto:Penso che da qui a 50 anni (forse anche prima) la richiesta di acqua sarà il motivo di nuove guerre specialmente per i paesi che mancano della tecnologia adatta, cioè, come sempre, per i paesi più poveri per i quali sto prendendo in considerazione l'idea di elaborare un serio progetto di sviluppo sociale da sottoporre a chi vorrà ascoltarmi; ma già da ora mi accorgo che la cosa è estramamente complessa, anche se non impossibile.

Le guerre dell'acqua non si faranno (se non su piccola scala, cioè a livelo di villaggi). Non si fanno neppure oggi. Eppure, dai 2 ai 5 milioni di esseri umani muoiono a causa dell'acqua.
avatar
Mario Giardini

Messaggi : 493
Data d'iscrizione : 02.05.08

Vedi il profilo dell'utente http://nullius.myblog.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'acqua

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum