La guerra civile spacciata per resistenza....

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Cagliostro49 il Mer Ago 06 2008, 20:04

""..lo scisma sul culto di Mussolini avvenuto dopo il 25 luglio 43,fu molto diverso dalle tante disgregazioni del passato. Se il Fascismo non aveva potuto RIFARE gli italiani,li aveva almeno FATTI,instillando in loro la consapevolezza di èssere un pòpolo !

Quellòa che si combattè in Italia tra il settembre 43 e l'aprile 45 non fu una guerra tra italiani-bizantini e italiani-longobardi,tra guelfi e ghibellini,tra lombardi e veneziani,ma tra italiani consci di èssere tali : una vera guerra civile..... """

( GBG- Antistoria degli Italiani- pag.334- Oscar Mondadori )

Che i giòvani di buona volontà,impàrino a lèggere e capire almeno la nostra Storia,non facèndosi abbindolare dalle sirene della propaganda e della politica.

Dove entra la politica, ne esce sempre malconcia sia la Storia che la Giustizia ! abbiate rispetto di voi stessi,coglioni ! pirat
avatar
Cagliostro49

Messaggi : 3123
Data d'iscrizione : 07.05.08
Località : CAMPI FLEGREI INGRESSO DELL'ADE

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Ospite il Mer Ago 06 2008, 23:20

L'importante è farsi abbindolare dai revisionisti fascisti,vero ?
Una bella scusa per riabilitare il fascismo quella di dire : "attenti alle cazzate dette dai partigiani e sostenitori della resistenza"

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Ospite il Mer Ago 06 2008, 23:57

chris1985 ha scritto:L'importante è farsi abbindolare dai revisionisti fascisti,vero ?

Ti riferisci a GBG?

chris1985 ha scritto:Una bella scusa per riabilitare il fascismo quella di dire : "attenti alle cazzate dette dai partigiani e sostenitori della resistenza"

Una cosa non implica l'altra. Si può parlare delle cazzate dette senza "riabilitare" il fascismo, che è già stato condannato dalla storia. Ma per "calcare la mano" non serve appunto dire le suddette cazzate.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da peppedrago il Gio Ago 07 2008, 00:08

Chris
riabilitare uno come Mussolinii, un criminale dittatore assassino antisemita, responsabile della morte di centinaia di migliaia di nostri connazionali mandati al macello in guerra, compagno di merenda di Hitler, uno che tuffò il paese nell'abisso, la vedo un po dura.

Vorrebbero farci credere che ci vorrebbe il bilancino del farmacista, che bisognarebbe fare ragionamenti spaccacapelli, che bisognerebbe leggere e studiare la storia del ventennio, per trarre le giuste conclusioni su cosa fu il fascismo, ci dicono continuamente che la storia è stata scritta dai vincitori e altre barzellette del genere, ridicoli !!!

F
avatar
peppedrago

Messaggi : 664
Data d'iscrizione : 01.05.08
Località : Manicomio criminale di Montelupo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Cagliostro49 il Gio Ago 07 2008, 00:12

Non a caso,il mio post era indirizzato a una categorìa ben precisa ( di coglioni ) che ha risposto sùbito all'appello............ tongue
avatar
Cagliostro49

Messaggi : 3123
Data d'iscrizione : 07.05.08
Località : CAMPI FLEGREI INGRESSO DELL'ADE

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 07 2008, 00:13

Reset ha scritto:
chris1985 ha scritto:L'importante è farsi abbindolare dai revisionisti fascisti,vero ?

Ti riferisci a GBG?

chris1985 ha scritto:Una bella scusa per riabilitare il fascismo quella di dire : "attenti alle cazzate dette dai partigiani e sostenitori della resistenza"

Una cosa non implica l'altra. Si può parlare delle cazzate dette senza "riabilitare" il fascismo, che è già stato condannato dalla storia. Ma per "calcare la mano" non serve appunto dire le suddette cazzate.


Se GBG è REVISIONISTA E FASCISTA IO SONO FORTEMENTE RICCHIONE.
ANCHE SE NON AMO QUEL SUO VOLER TROVARE SEMPRE LE COSE "BELLE" SOTTO IL FASCISMO. D'ANNUNZIO,CIANO,ETC....LO FA PERCHE' QUESTO E' IL SUO LAVORO...NON PER REVISIONISMO.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 07 2008, 00:15

peppedrago ha scritto:Chris
riabilitare uno come Mussolinii, un criminale dittatore assassino antisemita, responsabile della morte di centinaia di migliaia di nostri connazionali mandati al macello in guerra, compagno di merenda di Hitler, uno che tuffò il paese nell'abisso, la vedo un po dura.

Vorrebbero farci credere che ci vorrebbe il bilancino del farmacista, che bisognarebbe fare ragionamenti spaccacapelli, che bisognerebbe leggere e studiare la storia del ventennio, per trarre le giuste conclusioni su cosa fu il fascismo, ci dicono continuamente che la storia è stata scritta dai vincitori e altre barzellette del genere, ridicoli !!!

F


Purtroppo Peppe sono in molti a volerlo riabilitare (purtroppo):

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 07 2008, 10:34

chris1985 ha scritto:....LO FA PERCHE' QUESTO E' IL SUO LAVORO...NON PER REVISIONISMO.

Insomma, un mercenario Evil or Very Mad
Comunque se quelle cose le ha dette lui e tu parli di revisionisti ti riferisci a lui, giusto?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 07 2008, 10:37

peppedrago ha scritto:
Vorrebbero farci credere che ci vorrebbe il bilancino del farmacista, che bisognarebbe fare ragionamenti spaccacapelli, che bisognerebbe leggere e studiare la storia del ventennio, per trarre le giuste conclusioni su cosa fu il fascismo, ci dicono continuamente che la storia è stata scritta dai vincitori e altre barzellette del genere, ridicoli !!!

Che la storia la scrivano sempre i vincitori è un fatto talmente assodato ed ovvio che è inutile sprecare una parola di più.

Non serve "riabilitare" il fascismo nè fare i farmacisti, serve solo raccontare le cose come sono avvenute senza raccontare solo ciò che fa comodo e modificando il resto. Ci vuole solo un po' più di serenità (invece che livore politico) per analizzare i fatti, ma qualcuno ancora oggi su quei fatti vuole fare la sua campagna politica, ed allora fa comodo raccontare un'altra realtà.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Fast il Gio Ago 07 2008, 11:02

Più di 50.000 morti , assassinati a guerra finita, vittime spesso innocenti, a volte neppure fascisti.
Uccisi in modo brutale, selvaggio, fatti sparire in fossi, gettati nei fiumi, bruciati nelle fornaci.
Credete veramente che piantare chiodi a martellate nel cranio di un uomo per ucciderlo sia giustizia?
E che immergere la mano nel suo sangue per sfregarla sul viso dl figlio che assiste sia servito a farne un democratico antifascista?
sapere non serve a riabilitare il fascismo ma a smascherare il comunismo, perchè comunisti furono gli autori dei massacri, perchè comunista era la società che volevano cementare col sangue dei vinti.
da una lettera di un condannato a morte della RSI:
Miei cari,
muoio senza rimpianti, perché so di avere la coscienza pulita e so di avere compiuto il mio dovere verso la Patria.
Mai come ora sento di amarvi e vi sento vicini. Non piangete troppo su di me e ricordatemi sempre nelle vostre preghiere.
So di aver sempre fatto il mio dovere di figlio e di avervi sempre amato con tutto me stesso, anche se forse non ve l'ho saputo sempre dimostrare.
Perdonatemi se qualche dolore vi ho dato. Iddio vi protegga e vi dia la forza di sopportare questo grande dolore.
Che il mio sangue frutti almeno qualcosa di buono per l'Italia che tanto ho amato Vi abbraccio e vi bacio forte forte.
Guido .
tanto per non dimenticare.
avatar
Fast

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 07 2008, 14:25

Fast, puoi ripeterlo a gran voce: comunisti furono i liberatori d'Italia, furono quasi solo comunisti, uomini che immaginavano per l'Italia un futuro di speranza, di eguaglianza.

Per 22 anni il dittatore crasso aveva violentato la penisola, aveva processato i suoi oppositori tramite tribunali speciali, aveva mandato sicari in giro per mezza Europa a far fuori gli oppositori, aveva incarcerato Gramsci ( senza però impedirgli, dal carcere, di scrivere su carta sbiadita la migliore opera politico-sociale italiana del XX secolo, i Quaderni), aveva ridotto l'Italia alla miseranda pratica di un colonialismo becero e genocida.

Questo è il crinale, da 60 anni, e non ce ne libereremo mai: da una parte quelli che, con patetiche scuse e revisionismi, cercano di parificare il non accostabile; dall'altra coloro che si considerano eredi del miglior pezzo di storia d'Italia, il 1943-45, il momento del riscatto.

Viva Antonio Gramsci, Viva Giacomo Matteotti, Viva Carlo Rosselli.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da peppedrago il Gio Ago 07 2008, 14:49

sarugia ha scritto:Fast, puoi ripeterlo a gran voce: comunisti furono i liberatori d'Italia, furono quasi solo comunisti, uomini che immaginavano per l'Italia un futuro di speranza, di eguaglianza.

Per 22 anni il dittatore crasso aveva violentato la penisola, aveva processato i suoi oppositori tramite tribunali speciali, aveva mandato sicari in giro per mezza Europa a far fuori gli oppositori, aveva incarcerato Gramsci ( senza però impedirgli, dal carcere, di scrivere su carta sbiadita la migliore opera politico-sociale italiana del XX secolo, i Quaderni), aveva ridotto l'Italia alla miseranda pratica di un colonialismo becero e genocida.

Questo è il crinale, da 60 anni, e non ce ne libereremo mai: da una parte quelli che, con patetiche scuse e revisionismi, cercano di parificare il non accostabile; dall'altra coloro che si considerano eredi del miglior pezzo di storia d'Italia, il 1943-45, il momento del riscatto.

Viva Antonio Gramsci, Viva Giacomo Matteotti, Viva Carlo Rosselli.

Questo è il Sarugia che ci piace ricordare, lucido, perentorio, combattivo.

Mio nonno era costruttore, fece il porto di Taranto, tanto per intenderci, durante il fascismo a causa delle sue idee politiche dovette smettere di lavorare e per 20 anni non guadagnò nulla, fu emarginato, deriso, annullato come uomo.
Era un uomo vero, una delle persone più in vista della comunità, integro ed onesto fino al midollo, odiava esibire il danaro e conduceva una vita di lavoro, onesto e dignitoso.
Fu ridotto ad una larva, a un mentecatto, mi hanno raccontato che a casa spesso piangeva di rabbia.
Doveva campare nove figli e una moglie.
Lui era di un'altro stampo, e alla fine dell'incubo fascista non portò rancore, si rimise a lavorare e ricostruì una fortuna.
Io al posto suo sarei andato con un coltello, casa per casa, a sgozzare i criminali che lo meritavano e i loro amici.
Col coltello, non avrebbero meritato un colpo di pistola !
BASTARDI !!!

F
avatar
peppedrago

Messaggi : 664
Data d'iscrizione : 01.05.08
Località : Manicomio criminale di Montelupo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 07 2008, 15:10

peppedrago ha scritto:
sarugia ha scritto:Fast, puoi ripeterlo a gran voce: comunisti furono i liberatori d'Italia, furono quasi solo comunisti, uomini che immaginavano per l'Italia un futuro di speranza, di eguaglianza.

Per 22 anni il dittatore crasso aveva violentato la penisola, aveva processato i suoi oppositori tramite tribunali speciali, aveva mandato sicari in giro per mezza Europa a far fuori gli oppositori, aveva incarcerato Gramsci ( senza però impedirgli, dal carcere, di scrivere su carta sbiadita la migliore opera politico-sociale italiana del XX secolo, i Quaderni), aveva ridotto l'Italia alla miseranda pratica di un colonialismo becero e genocida.

Questo è il crinale, da 60 anni, e non ce ne libereremo mai: da una parte quelli che, con patetiche scuse e revisionismi, cercano di parificare il non accostabile; dall'altra coloro che si considerano eredi del miglior pezzo di storia d'Italia, il 1943-45, il momento del riscatto.

Viva Antonio Gramsci, Viva Giacomo Matteotti, Viva Carlo Rosselli.

Questo è il Sarugia che ci piace ricordare, lucido, perentorio, combattivo.



F

SAr è sempre sar, starà solo attento a prestarsi meno alla strumentalizzazione e a dire meno cazzate.
L'antifascismo, l'avversione per le destra rozza italiota è viva nel mio cuore Twisted Evil

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Paolo il Gio Ago 07 2008, 16:04

sisi sar
ce ne eravamo accorti che sei sempre il solito coglione e senza palle
tu sì vero ed unico rappresentante dell'italiota medio

"chiedo scusa ,devo verificare le fonti"

ma vai a cagare !
avatar
Paolo

Messaggi : 511
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 07 2008, 16:07

sarugia ha scritto:Fast, puoi ripeterlo a gran voce: comunisti furono i liberatori d'Italia, furono quasi solo comunisti, uomini che immaginavano per l'Italia un futuro di speranza, di eguaglianza.

L'Italia fu liberata dalle forze alleate, il contributo della resistenza è stato più politico (nel senso, utile politicamente) che sul campo. E non tutti i resistenti erano comunisti.

sarugia ha scritto:
Per 22 anni il dittatore crasso aveva violentato la penisola, aveva processato i suoi oppositori tramite tribunali speciali, aveva mandato sicari in giro per mezza Europa a far fuori gli oppositori, aveva incarcerato Gramsci ( senza però impedirgli, dal carcere, di scrivere su carta sbiadita la migliore opera politico-sociale italiana del XX secolo, i Quaderni), aveva ridotto l'Italia alla miseranda pratica di un colonialismo becero e genocida.
Domanda: e lui invece (insieme ad altri gerarchi) da quale tribunale è stato condannato? Silenzio, vero? E che fine hanno fatto l'oro di Dongo ed i carteggi con Churchill?

Credi davvero che sulla vendetta, sull'epurazione e sul sangue gratuito si possa costruire un futuro di "speranza e uguaglianza"? E per chi, solo per qualcuno?

Sarebbe poi curioso sapere cosa ne pensi di Cuba e Iran, che al giorno d'oggi (non nel 1940, dove le dittature erano ancora di più) fanno la stessa cosa, mandando a morte gli oppositori di regime.
Al colonialismo l'Italia si affacciò per ultima, dopo che le "democrazie" europee già vi si erano buttate a pesce. Almeno questi fatti non si possono confutare.

sarugia ha scritto:
Questo è il crinale, da 60 anni, e non ce ne libereremo mai: da una parte quelli che, con patetiche scuse e revisionismi, cercano di parificare il non accostabile; dall'altra coloro che si considerano eredi del miglior pezzo di storia d'Italia, il 1943-45, il momento del riscatto.

Per dare un giudizio negativo non serve nascondere certi fatti o ribaltare la realtà. Ha fatto comodo per anni negare le epurazioni ed i morti infoibati. Ah, che esempi di speranza e uguaglianza. Il sangue di qualcuno era ed è "più uguale".


Ultima modifica di Reset il Gio Ago 07 2008, 17:03, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Fast il Gio Ago 07 2008, 16:18

Certo cari .raccontatevi la storia che avete liberato l'Italia.
ognuno ha le sue favole. Recentemente sono diventato Imperatore di Plutone.
Non avete liberato l'Italia,come non avete fatto la rivoluzione, come le B.R. non hanno vinto.
ovunque il comunismo è stato applicato è fallito.
Poi possiamo discutere di quanto era bello il sogno, di quante brave persone hanno sofferto nella speranza di realizzarlo: la realtà nessuno è più comunista se non frange di emarginati illusi.
Per peppe: guarda che sono andati di casa in casa a sgozzarli: lo hammo fatto sopratutto con quelli che erano inermi ed indifesi.
Ognuno è orgoglioso di quanto lo rappresenta. Ti esaltano gli assassini vigliacchi? Contento te di essere una merda umana contenti tutti.
Io mi vergogno per le criminali efferatezze commesse in nome di una idea che ha rappresentato l'Italia.
la differenza fra noi: io disprezzo i vili di ogni tipo tu ami quelli che la pensano come te.
avatar
Fast

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 07 2008, 16:35

SARUGIA FINALMENTE DAI SEGNI DI VITA!!!!!!!!!

ALLORA NON TI SEI RINCOGLIONITO DEL TUTTO......

IN ALTRO POST HAI AFFERMATO CHE LA TUA GLASNOST HA CONSEGNATO IL FORUM A DETERMINATI UTENTI.....

MA FORSE CON QUESTO POST CERCHI DI DIRCI CHE NON SEI CAMBIATO?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 07 2008, 17:06

Fast ha scritto: io disprezzo i vili di ogni tipo tu ami quelli che la pensano come te.

Nulla da aggiungere.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Andrea Beggi il Gio Ago 07 2008, 17:09

peppedrago ha scritto:
sarugia ha scritto:Fast, puoi ripeterlo a gran voce: comunisti furono i liberatori d'Italia, furono quasi solo comunisti, uomini che immaginavano per l'Italia un futuro di speranza, di eguaglianza.

Per 22 anni il dittatore crasso aveva violentato la penisola, aveva processato i suoi oppositori tramite tribunali speciali, aveva mandato sicari in giro per mezza Europa a far fuori gli oppositori, aveva incarcerato Gramsci ( senza però impedirgli, dal carcere, di scrivere su carta sbiadita la migliore opera politico-sociale italiana del XX secolo, i Quaderni), aveva ridotto l'Italia alla miseranda pratica di un colonialismo becero e genocida.

Questo è il crinale, da 60 anni, e non ce ne libereremo mai: da una parte quelli che, con patetiche scuse e revisionismi, cercano di parificare il non accostabile; dall'altra coloro che si considerano eredi del miglior pezzo di storia d'Italia, il 1943-45, il momento del riscatto.

Viva Antonio Gramsci, Viva Giacomo Matteotti, Viva Carlo Rosselli.

Questo è il Sarugia che ci piace ricordare, lucido, perentorio, combattivo.

Mio nonno era costruttore, fece il porto di Taranto, tanto per intenderci, durante il fascismo a causa delle sue idee politiche dovette smettere di lavorare e per 20 anni non guadagnò nulla, fu emarginato, deriso, annullato come uomo.
Era un uomo vero, una delle persone più in vista della comunità, integro ed onesto fino al midollo, odiava esibire il danaro e conduceva una vita di lavoro, onesto e dignitoso.
Fu ridotto ad una larva, a un mentecatto, mi hanno raccontato che a casa spesso piangeva di rabbia.
Doveva campare nove figli e una moglie.
Lui era di un'altro stampo, e alla fine dell'incubo fascista non portò rancore, si rimise a lavorare e ricostruì una fortuna.
Io al posto suo sarei andato con un coltello, casa per casa, a sgozzare i criminali che lo meritavano e i loro amici.
Col coltello, non avrebbero meritato un colpo di pistola !
BASTARDI !!!

F
Mi dispiace ma non somigli tuo nonno. Sarebbe stata una bella cosa.
avatar
Andrea Beggi

Messaggi : 604
Data d'iscrizione : 06.05.08
Età : 56
Località : Repubblica di Pisa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 07 2008, 17:55

Fast ha scritto:Più di 50.000 morti , assassinati a guerra finita, vittime spesso innocenti, a volte neppure fascisti.
Uccisi in modo brutale, selvaggio, fatti sparire in fossi, gettati nei fiumi, bruciati nelle fornaci.
Credete veramente che piantare chiodi a martellate nel cranio di un uomo per ucciderlo sia giustizia?
E che immergere la mano nel suo sangue per sfregarla sul viso dl figlio che assiste sia servito a farne un democratico antifascista?
sapere non serve a riabilitare il fascismo ma a smascherare il comunismo, perchè comunisti furono gli autori dei massacri, perchè comunista era la società che volevano cementare col sangue dei vinti.
da una lettera di un condannato a morte della RSI:
Miei cari,
muoio senza rimpianti, perché so di avere la coscienza pulita e so di avere compiuto il mio dovere verso la Patria.
Mai come ora sento di amarvi e vi sento vicini. Non piangete troppo su di me e ricordatemi sempre nelle vostre preghiere.
So di aver sempre fatto il mio dovere di figlio e di avervi sempre amato con tutto me stesso, anche se forse non ve l'ho saputo sempre dimostrare.
Perdonatemi se qualche dolore vi ho dato. Iddio vi protegga e vi dia la forza di sopportare questo grande dolore.
Che il mio sangue frutti almeno qualcosa di buono per l'Italia che tanto ho amato Vi abbraccio e vi bacio forte forte.
Guido .
tanto per non dimenticare.


Per quanto mi riguarda non mi importa nulla...sopratutto dei militanti della RSI.
Non sono cattivo,sono determinato e cinico nei fatti e nel pensiero.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Fast il Gio Ago 07 2008, 18:16

vero Chris. non sei cattivo.
Sei solo un povero deficente che non capisce un cazzo della vita.
Ma sei giovane, hai tempo per imparare.
avatar
Fast

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 07 2008, 18:28

Fast ha scritto:vero Chris. non sei cattivo.
Sei solo un povero deficente che non capisce un cazzo della vita.
Ma sei giovane, hai tempo per imparare.


Va bene.
Aspetto i tuoi insegnamenti sulle imprese,a petto nudo,del duce e della RSI.
Nel frattempo stura i tombini. Very Happy

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Cagliostro49 il Gio Ago 07 2008, 20:40

sarugia ha scritto:Fast, puoi ripeterlo a gran voce: comunisti furono i liberatori d'Italia, furono quasi solo comunisti, uomini che immaginavano per l'Italia un futuro di speranza, di eguaglianza.

Sbagliato : quelli immaginavano per l'Italia lo stesso futuro della Polonia o dell'Ungherìa. Piano con la tua fierezza........

Per 22 anni il dittatore crasso aveva violentato la penisola, aveva processato i suoi oppositori tramite tribunali speciali, aveva mandato sicari in giro per mezza Europa a far fuori gli oppositori, aveva incarcerato Gramsci ( senza però impedirgli, dal carcere, di scrivere su carta sbiadita la migliore opera politico-sociale italiana del XX secolo, i Quaderni), aveva ridotto l'Italia alla miseranda pratica di un colonialismo becero e genocida.

I sicari per l'Europa ? Ma di che parli pischellino ! Ti disturba che avesse lasciato la carta per scrivere a Gramsci ? E come sarèbbero passati alla storia i suoi quaderni ? Insomma,più che crasso,il Dittatore..... fu fesso ! Sul colionalismo "bècero e genocida",ancora una volta sei una capra in Storia patria :

Perfino tu,se smettessi di lèggere Liberazione,riusciresti a capire che il colonialismo del sècolo scorso,non fu un'invenzione fascista e che i veri colonizzatori, bèceri e protervi,èrano gli Inglesi. La politica colonialista,in quel contesto,ebbe un senso geopolitico condiviso. Fatti una canna,è meglio.

Questo è il crinale, da 60 anni, e non ce ne libereremo mai: da una parte quelli che, con patetiche scuse e revisionismi, cercano di parificare il non accostabile; dall'altra coloro che si considerano eredi del miglior pezzo di storia d'Italia, il 1943-45, il momento del riscatto.

Viva Antonio Gramsci, Viva Giacomo Matteotti, Viva Carlo Rosselli.
avatar
Cagliostro49

Messaggi : 3123
Data d'iscrizione : 07.05.08
Località : CAMPI FLEGREI INGRESSO DELL'ADE

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Cagliostro49 il Gio Ago 07 2008, 20:48

Andrea Beggi ha scritto:
peppedrago ha scritto:
sarugia ha scritto:Fast, puoi ripeterlo a gran voce: comunisti furono i liberatori d'Italia, furono quasi solo comunisti, uomini che immaginavano per l'Italia un futuro di speranza, di eguaglianza.

Per 22 anni il dittatore crasso aveva violentato la penisola, aveva processato i suoi oppositori tramite tribunali speciali, aveva mandato sicari in giro per mezza Europa a far fuori gli oppositori, aveva incarcerato Gramsci ( senza però impedirgli, dal carcere, di scrivere su carta sbiadita la migliore opera politico-sociale italiana del XX secolo, i Quaderni), aveva ridotto l'Italia alla miseranda pratica di un colonialismo becero e genocida.

Questo è il crinale, da 60 anni, e non ce ne libereremo mai: da una parte quelli che, con patetiche scuse e revisionismi, cercano di parificare il non accostabile; dall'altra coloro che si considerano eredi del miglior pezzo di storia d'Italia, il 1943-45, il momento del riscatto.

Viva Antonio Gramsci, Viva Giacomo Matteotti, Viva Carlo Rosselli.

Questo è il Sarugia che ci piace ricordare, lucido, perentorio, combattivo.

Mio nonno era costruttore, fece il porto di Taranto, tanto per intenderci, durante il fascismo a causa delle sue idee politiche dovette smettere di lavorare e per 20 anni non guadagnò nulla, fu emarginato, deriso, annullato come uomo.
Era un uomo vero, una delle persone più in vista della comunità, integro ed onesto fino al midollo, odiava esibire il danaro e conduceva una vita di lavoro, onesto e dignitoso.
Fu ridotto ad una larva, a un mentecatto, mi hanno raccontato che a casa spesso piangeva di rabbia.
Doveva campare nove figli e una moglie.
Lui era di un'altro stampo, e alla fine dell'incubo fascista non portò rancore, si rimise a lavorare e ricostruì una fortuna.
Io al posto suo sarei andato con un coltello, casa per casa, a sgozzare i criminali che lo meritavano e i loro amici.
Col coltello, non avrebbero meritato un colpo di pistola !
BASTARDI !!!

F
Mi dispiace ma non somigli tuo nonno. Sarebbe stata una bella cosa.

Ma finitela di dire boiate ! Anche mio nonno fu antifascista,ma non comunista,però si faceva i cazzi suoi e non rompeva i coglioni a nessuno e nessuno li ruppe a lui,rosicava solo in casa,non si fece mai alcuna tèssera,e ha fatto il boscaiolo per tutta la vita.

E quando mio padre partì per l'Africa,gli disse di onorare la bandiera. Siete solo dei molluschi. Piuttosto,ricostituite il club del Cottolengo : il segretario sta scalpitando,ora che è tornato pure il terzo coglione ! tongue
avatar
Cagliostro49

Messaggi : 3123
Data d'iscrizione : 07.05.08
Località : CAMPI FLEGREI INGRESSO DELL'ADE

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da aladino il Ven Ago 08 2008, 00:54

Non esiste un revisionismo.
Esiste la storia vera e la sua falsificazione.
Ma non ne diamo la colpa ai regazzi.......
Ripeto: dato incontrovertibile: l' antifascismo ha fatto pippa durante tutto il ventennio: ha fatto capolino solo dopo che il Fascismo decise di suicidarsi e con gli alleati in Italia....
Abbiate il senso del ridicolo....liberatori de che?
Io ero a Milano il 25 aprile e bambinetto giravo allegramente in bicicletta ( Via Petrarca e dintorni) : fascisti e tedeschi se ne erano andati e ancora non si vedeva nessuno.
Dice Pansa, e sono fatti, contro chi siete insorti?......
Accertarsi e arrossire....
La storia scritta da Salgari......

aladino

Messaggi : 3589
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La guerra civile spacciata per resistenza....

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum