Le br, 25 anni dopo

Pagina 3 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da malcolm il Mer Ago 06 2008, 16:52

Catilina ha scritto:
"ma è un nero esistenzialista al massimo, nichilista solo per affinità estetiche"

Io non ho detto che Sartre era nichilista - anche se bisogna tenere conto di quello che ha scritto or ora aladino. Ho citato un suo pensiero che ben rappresenta a mio avviso la "tonalità emotiva" da cui partivano quei giovani che poi aderivano alle BR.
Catilina ha scritto:
"il nichilista mica diventa matto, se ne fotte"

Non capisco a chi ti riferisci e cosa vuoi dire.
"per questo sono veramente poco d'accordo con chi sostiene che l'attentatore suicida o il terrorista in genere sia un nichilista; il contrario direi!"
L'attentatore suicida è un fenomeno orientale con non c'entra con le BR.
Il terrorismo, invece, è l'ultimo stadio del nichilismo, se con esso intendiamo quel movimento di perdita dei valori della tradizione (nella fattispecie, comunista) e di senso di vuoto della realtà, che in politica produce "spiriti negatori" ora socialisti ora anarchici ora terroristi (in genere sempre "rivoluzionari").

malcolm

Messaggi : 930
Data d'iscrizione : 18.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Ospite il Mer Ago 06 2008, 17:06

Fast ha scritto:Sai da che area venivano Curcio e la cagol. l'area della cultura gesuita.
ammalati di un cristianesimo egalitario vedevano il mondo come un luogo sommamente ingiusto e pensarono che solo le armi potevano essere il riscatto.
solo che uccisero delle rotelle facilmente intercambiabili enon colpirino mai il cervello dell'ingranaggio.
Nichilisti? alcuni si. Deliranti? tutti.
a destra fu un fenomeno diverso, per quello che ne so, in parte sfida al sistema , in parte necessità di sopravvivenza, in parte autodifesa.
a destra non ci fu mai una struttura egemone ma un insieme di iniziative spesso individuali o di gruppi limitati che agivano su una porzione di territorio.


Non mi stupisce che un Cristiano sia Comunista e prenda uno stinger per la causa del buon vivere...
Ma sei sicuro di Curcio Gesuita ? uno scoop per quei tempi.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Fast il Mer Ago 06 2008, 17:08

Non Gesuita , aveva studiato dai gesuiti.
E frequentava la Cattolica di trento. facoltà di sociologia.
vai su wilky. Twisted Evil
i suoi primi approcci politici vanno in direzione dell'estrema destra, secondo quanto contenuto in alcuni opuscoli riconducibili a quest'area.[3][4] Ad Albenga milita dapprima nel gruppo "Giovane nazione", quindi in "Giovane Europa", due piccole organizzazioni che riprendono le tesi nazional-socialiste di Jean Thiriart.[5] Curcio viene anche citato come capo della sezione di Albenga e celebrato il suo zelo militante nella Rivista "Giovane Nazione.


Ultima modifica di Fast il Mer Ago 06 2008, 17:10, modificato 1 volta
avatar
Fast

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Ospite il Mer Ago 06 2008, 17:08

Comunque nessuno ha risposto al mio pensiero sulla BR e sui loro NON obiettivi mirati e sensati.
Andate nella pagina precedente e leggetevelo.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Cagliostro49 il Mer Ago 06 2008, 17:50

peppedrago ha scritto:

Margherita Cagol, nome di battaglia “Mara”

Quella dell’avatar è la compagna Mara.
Margherita Cagol, fondatrice dell’organizzazione combattente BR aveva un’educazione fortemente cattolica, figlia di borghesi, si laurea in Scienze sociali a Trento e alla fine della relazione della tesi alza il braccio sinistro teso e il pugno chiuso ed ottenne il massimo dei voti e la lode.


Il periodo è quello delle STRAGI FASCISTE (piazza Fontana ecc ecc)

Da una lettera alla madre

Ora tocca a me e ai tanti compagni che vogliono combattere questo potere borghese ormai marcio continuare la lotta. [...] È giusto e sacrosanto quello che sto facendo, la storia mi dà ragione come l'ha data alla Resistenza nel '45. Ma voi direte, sono questi i mezzi da usare? Credetemi non ce ne sono altri. Questo stato di polizia si regge sulla forza delle armi e chi lo vuol combattere si deve mettere sullo stesso piano. In questi giorni hanno ucciso con un colpo di pistola un ragazzo, come se niente fosse, aveva il torto di aver voluto una casa dove abitare con la sua famiglia. Questo è successo a Roma, dove i quartieri dei baraccati costruiti coi cartoni e vecchie latte arrugginite stridono in contrasto alle sfarzose residenze dell'Eur. Non parliamo poi della disoccupazione e delle condizioni di vita delle masse operaie nelle grandi fabbriche della città. È questo il risultato della "ricostruzione", di tanti anni di lavoro dal '45 ad oggi? Sì è questo: sperpero, parassitismo, lusso sprecato da una parte e incertezze, sfruttamento e miseria dall'altra. [...] Oggi, in questa fase di crisi acuta occorre più che mai resistere affinché il fascismo sotto nuove forme "democratiche" non abbia nuovamente il sopravvento. Le mie scelte rivoluzionarie dunque, nonostante l'arresto di Renato, rimangono immutate “


Curcio, era appena stato arrestato, lei si presentò al carcere con un mitra, prese degli ostaggi e iniziò a gridare il nome del marito, intimando ai secondini di farlo uscire, minacciando una strage.
Riuscì a farlo evadere (le testimonianze dei presenti narrano del sorriso e della sua assoluta tranquillità nell'azione)

Fu uccisa come nelle migliori tradizioni dei regimi fascisti sudamericani, a freddo, con un colpo di pistola. (testimonianza del compagno che riuscì a scappare e mai identificato, che non aveva nessun motivo per mentire).

Morì come aveva vissuto, con una pistola in pugno e senza ripensamenti.
Consiglio a tutti di leggere il libro “Nome di battaglia Mara. Vita e morte di Margherita Cagol il primo capo delle Br”



F

A'mmbecille : non bastava Cavallero,adesso riesumiamo pure la Cagol. Organizzati a puntate,prima che qualcuno non ti appioppi una bella denuncia. Magari la pròssima la puoi dedicare al bel Renè................oppure all'"èsule" Battisti..........

Sei un idiota conclamato.
avatar
Cagliostro49

Messaggi : 3123
Data d'iscrizione : 07.05.08
Località : CAMPI FLEGREI INGRESSO DELL'ADE

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Ospite il Mer Ago 06 2008, 18:13

Cagliostro tu hai paura di gente come PeppeDrago e me.
Hai paura di vedere trionfare la giustizia (sociale in tutti i sensi)
Hai paura di veder trionfare la legalità.
Hai paura perchè sai di non aver ragione.
Hai paura di chi non Difende i fascisti.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Cagliostro49 il Mer Ago 06 2008, 18:40

Catecùmeno sabàudo
vedi se mammina ti ha preparato la merendina......
avatar
Cagliostro49

Messaggi : 3123
Data d'iscrizione : 07.05.08
Località : CAMPI FLEGREI INGRESSO DELL'ADE

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Ospite il Mer Ago 06 2008, 23:15

Cagliostro49 ha scritto:Catecùmeno sabàudo
vedi se mammina ti ha preparato la merendina......


Miniello hai magnat i vongl ?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da malcolm il Gio Ago 07 2008, 09:22

Così Nietzsche descrive il nichilismo:
"Nulla vediamo che voglia divenire più grande, abbiamo il presentimento che tutto continui a sprofondare"
(Genealogia della morale).

La perdita dei valori politici-comunisti ha avuto un epilogo analogo a quella che Nietzsche chiamo la "morte di Dio".
Dio muore quando la Chiesa, il cristianesimo fa perdere e morire il senso autentico della predicazione di Gesù.
Allo stesso modo, quando il Partito comunista fa perdere e morire il senso autentico del pensiero di Marx, Marx muore.
Una volta Woody Allen disse: "Marx è morto...". La citazione completa non me la ricordo.
(fine seconda puntata)

malcolm

Messaggi : 930
Data d'iscrizione : 18.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 07 2008, 10:38

La lettera della Cagol inviata a Peppe descrive bene il senso filantropico, le buone intenzioni di tanti brigatisti

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Fast il Gio Ago 07 2008, 11:06

23 settembre 1945
Mia Lena, mia sposona santa, mia sposa d'oro,
ecco quell'alba senza aurora che gli uomini nemici hanno voluto ed il Signore ha concesso. Fra poco sarò fucilato.
Ieri sera mi sono addormentato col pensiero rivolto al prossimo decimo anniversario del nostro matrimonio: nella notte, svegliato, penso come fare a farti giungere per quel giorno alcune rose.
T'amo Lena, più che non ami la vita. Non è una frase: è una luce, pure in questo momento.
Immagino quale sarà lo strazio tuo e quello di Luisa. Ennio, per fortuna non capirà.
Non ti rivolgo le solite raccomandazioni di fedeltà alla mia memoria: farai sempre quanto ti detta il tuo cuore e non sbaglierai mai. Ti chiedo perdono di qualunque male commesso e specialmente di... questo, che non posso evitare. Ti scongiuro di fare quanto puoi per essere forte, perché non scenda nel cuore dei nostri due piccoli questa aria di tragedia.
Soffro pensando a voi: restate poveri e soli. Voi meritavate un altro destino!
Iddio, che ora non può non ascoltarmi, deve darvi aiuto.
Avrei però voluto essere ancora con te, con voi. Mai come ora ho sentito internamente quanto sia infinito il mio amore per te e quanto sinceramente profondo e violento sia l'affetto per la mia Principessa d'oro e per il mio Ennio, il mio bel maschione che mi portava nella sua vigorosa bellezza tanto ricordo di te.
Vi amo, vi amo, vi amo.
Tu sai quante cose potrei dire, quante!
Me ne vado, forte, forte, forte.
Oggi più di ieri la mia certezza che la Fede che mi ha portato a cadere per lei è la vera, la giusta, mi dà l'orgoglio di chiedere a te ed ai miei bambini di non vergognarvi del nome che portate: sono stato sinceramente onesto in tutta la mia vita privata, lealmente soldato in tutta quella politica.
Non mi atteggio a martire: ma tu almeno non disprezzare questa fedeltà che riaffermo nel momento in cui mi costa la vita.
Possa almeno il mio sangue placare l'odio degli uomini, compensarli di ogni altro sadismo di vendette e... quelli che resteranno possano guardare oltre ed assai più in alto di questo corpo che vale tanto poco e dell'egoismo che fa cercare per le persone e non per la Patria la soddisfazione di vittorie che non danno storia.
Tu sai, tu che mi sai tutto, che sono sempre stato tenace in questa mia Fede: oggi mi si chiama traditore; ma io non ho mai tradito. Non la Patria, alla quale ho dato, come soldato, tutto il povero valore personale che possedevo; non la umanità, alla quale ho offerto un lavoro senza soste ed il mio poco ingegno: non la famiglia alla quale penso con adorazione fino all'ultimo momento: a mio Padre, che venero ed ho sempre venerato; a mia Madre che vorrei non sapesse mai (ed in questo c'è il mio ultimo grido d'amore per lei!), a Nora, che mi fu, più che sorella, amico, ed ai tuoi cari, ad Amos ed a Luisa, buoni come una leggenda... a Luisina, nella sua nuvoletta, a Neno, nella sua innocenza a te, a te, a te che sapesti essere tutto.
Non ho tradito, non tradirei, se restassi vivo. Forse per questo cado. Ma con me non cade il mio Ideale. Se non fosse perché ci siete voi, sarebbe bello cantare la nostra canzone di Fede e finire urlando: per l'Italia e per il Fascismo: Viva la Morte! Alleva Ennio e Pucci: falli come te e dì loro che il papà non era un criminale. Gli uomini hanno sbagliato.
Ti adoro, sposa santa, e ti bacio e bacio tutti in te che fosti e sarai fino all'ultimo la mia amica.
Tuo Enrico.
Ciao, Puccettino, principessa d'oro. Ciao, Neno, bello come un amore.
Lettera scritta da Enrico vezzalini prima di essere fucilato: le cui ultime parole furono:"Perdono tutti, Viva l'Italia, Viva il fascismo".
Visto che parliamo di buone intenzioni.
avatar
Fast

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da peppedrago il Gio Ago 07 2008, 14:32

Cagliostro49 ha scritto:
peppedrago ha scritto:

Margherita Cagol, nome di battaglia “Mara”

Quella dell’avatar è la compagna Mara.
Margherita Cagol, fondatrice dell’organizzazione combattente BR aveva un’educazione fortemente cattolica, figlia di borghesi, si laurea in Scienze sociali a Trento e alla fine della relazione della tesi alza il braccio sinistro teso e il pugno chiuso ed ottenne il massimo dei voti e la lode.


Il periodo è quello delle STRAGI FASCISTE (piazza Fontana ecc ecc)

Da una lettera alla madre

Ora tocca a me e ai tanti compagni che vogliono combattere questo potere borghese ormai marcio continuare la lotta. [...] È giusto e sacrosanto quello che sto facendo, la storia mi dà ragione come l'ha data alla Resistenza nel '45. Ma voi direte, sono questi i mezzi da usare? Credetemi non ce ne sono altri. Questo stato di polizia si regge sulla forza delle armi e chi lo vuol combattere si deve mettere sullo stesso piano. In questi giorni hanno ucciso con un colpo di pistola un ragazzo, come se niente fosse, aveva il torto di aver voluto una casa dove abitare con la sua famiglia. Questo è successo a Roma, dove i quartieri dei baraccati costruiti coi cartoni e vecchie latte arrugginite stridono in contrasto alle sfarzose residenze dell'Eur. Non parliamo poi della disoccupazione e delle condizioni di vita delle masse operaie nelle grandi fabbriche della città. È questo il risultato della "ricostruzione", di tanti anni di lavoro dal '45 ad oggi? Sì è questo: sperpero, parassitismo, lusso sprecato da una parte e incertezze, sfruttamento e miseria dall'altra. [...] Oggi, in questa fase di crisi acuta occorre più che mai resistere affinché il fascismo sotto nuove forme "democratiche" non abbia nuovamente il sopravvento. Le mie scelte rivoluzionarie dunque, nonostante l'arresto di Renato, rimangono immutate “


Curcio, era appena stato arrestato, lei si presentò al carcere con un mitra, prese degli ostaggi e iniziò a gridare il nome del marito, intimando ai secondini di farlo uscire, minacciando una strage.
Riuscì a farlo evadere (le testimonianze dei presenti narrano del sorriso e della sua assoluta tranquillità nell'azione)

Fu uccisa come nelle migliori tradizioni dei regimi fascisti sudamericani, a freddo, con un colpo di pistola. (testimonianza del compagno che riuscì a scappare e mai identificato, che non aveva nessun motivo per mentire).

Morì come aveva vissuto, con una pistola in pugno e senza ripensamenti.
Consiglio a tutti di leggere il libro “Nome di battaglia Mara. Vita e morte di Margherita Cagol il primo capo delle Br”



F

A'mmbecille : non bastava Cavallero,adesso riesumiamo pure la Cagol. Organizzati a puntate,prima che qualcuno non ti appioppi una bella denuncia. Magari la pròssima la puoi dedicare al bel Renè................oppure all'"èsule" Battisti..........

Sei un idiota conclamato.

Grazie per gli insulti, vecchio coglione di un mago trecartaro.
Non hai capito nulla, come al solito.
Il Vate ha proposto un 3d sul terrorismo e parlare della fondatrice del più importante movimento di lotta ti pare così assurdo ???
Quì tutti condanniamo ogni forma di terrorismo, è chiaro, ma questa gente è esistita ed ha cambiato per sempre il nostro paese.
Tu, che notoriamente sei ottuso e marcio dentro, ci vedi una malizia che non c'è.
Si parla di terrorismo, idiota, e di chi dobbiamo parlare?? Di Pluto e Topolino???
Curati e non rompere i coglioni !!!

F
avatar
peppedrago

Messaggi : 664
Data d'iscrizione : 01.05.08
Località : Manicomio criminale di Montelupo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 07 2008, 17:57

peppedrago ha scritto:
Cagliostro49 ha scritto:
peppedrago ha scritto:

Margherita Cagol, nome di battaglia “Mara”

Quella dell’avatar è la compagna Mara.
Margherita Cagol, fondatrice dell’organizzazione combattente BR aveva un’educazione fortemente cattolica, figlia di borghesi, si laurea in Scienze sociali a Trento e alla fine della relazione della tesi alza il braccio sinistro teso e il pugno chiuso ed ottenne il massimo dei voti e la lode.


Il periodo è quello delle STRAGI FASCISTE (piazza Fontana ecc ecc)

Da una lettera alla madre

Ora tocca a me e ai tanti compagni che vogliono combattere questo potere borghese ormai marcio continuare la lotta. [...] È giusto e sacrosanto quello che sto facendo, la storia mi dà ragione come l'ha data alla Resistenza nel '45. Ma voi direte, sono questi i mezzi da usare? Credetemi non ce ne sono altri. Questo stato di polizia si regge sulla forza delle armi e chi lo vuol combattere si deve mettere sullo stesso piano. In questi giorni hanno ucciso con un colpo di pistola un ragazzo, come se niente fosse, aveva il torto di aver voluto una casa dove abitare con la sua famiglia. Questo è successo a Roma, dove i quartieri dei baraccati costruiti coi cartoni e vecchie latte arrugginite stridono in contrasto alle sfarzose residenze dell'Eur. Non parliamo poi della disoccupazione e delle condizioni di vita delle masse operaie nelle grandi fabbriche della città. È questo il risultato della "ricostruzione", di tanti anni di lavoro dal '45 ad oggi? Sì è questo: sperpero, parassitismo, lusso sprecato da una parte e incertezze, sfruttamento e miseria dall'altra. [...] Oggi, in questa fase di crisi acuta occorre più che mai resistere affinché il fascismo sotto nuove forme "democratiche" non abbia nuovamente il sopravvento. Le mie scelte rivoluzionarie dunque, nonostante l'arresto di Renato, rimangono immutate “


Curcio, era appena stato arrestato, lei si presentò al carcere con un mitra, prese degli ostaggi e iniziò a gridare il nome del marito, intimando ai secondini di farlo uscire, minacciando una strage.
Riuscì a farlo evadere (le testimonianze dei presenti narrano del sorriso e della sua assoluta tranquillità nell'azione)

Fu uccisa come nelle migliori tradizioni dei regimi fascisti sudamericani, a freddo, con un colpo di pistola. (testimonianza del compagno che riuscì a scappare e mai identificato, che non aveva nessun motivo per mentire).

Morì come aveva vissuto, con una pistola in pugno e senza ripensamenti.
Consiglio a tutti di leggere il libro “Nome di battaglia Mara. Vita e morte di Margherita Cagol il primo capo delle Br”



F

A'mmbecille : non bastava Cavallero,adesso riesumiamo pure la Cagol. Organizzati a puntate,prima che qualcuno non ti appioppi una bella denuncia. Magari la pròssima la puoi dedicare al bel Renè................oppure all'"èsule" Battisti..........

Sei un idiota conclamato.

Grazie per gli insulti, vecchio coglione di un mago trecartaro.
Non hai capito nulla, come al solito.
Il Vate ha proposto un 3d sul terrorismo e parlare della fondatrice del più importante movimento di lotta ti pare così assurdo ???
Quì tutti condanniamo ogni forma di terrorismo, è chiaro, ma questa gente è esistita ed ha cambiato per sempre il nostro paese.
Tu, che notoriamente sei ottuso e marcio dentro, ci vedi una malizia che non c'è.
Si parla di terrorismo, idiota, e di chi dobbiamo parlare?? Di Pluto e Topolino???
Curati e non rompere i coglioni !!!

F


Come sempre mi associo.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Cagliostro49 il Gio Ago 07 2008, 19:29

peppedrago ha scritto:
Cagliostro49 ha scritto:
peppedrago ha scritto:

Margherita Cagol, nome di battaglia “Mara”

Quella dell’avatar è la compagna Mara.
Margherita Cagol, fondatrice dell’organizzazione combattente BR aveva un’educazione fortemente cattolica, figlia di borghesi, si laurea in Scienze sociali a Trento e alla fine della relazione della tesi alza il braccio sinistro teso e il pugno chiuso ed ottenne il massimo dei voti e la lode.


Il periodo è quello delle STRAGI FASCISTE (piazza Fontana ecc ecc)

Da una lettera alla madre

Ora tocca a me e ai tanti compagni che vogliono combattere questo potere borghese ormai marcio continuare la lotta. [...] È giusto e sacrosanto quello che sto facendo, la storia mi dà ragione come l'ha data alla Resistenza nel '45. Ma voi direte, sono questi i mezzi da usare? Credetemi non ce ne sono altri. Questo stato di polizia si regge sulla forza delle armi e chi lo vuol combattere si deve mettere sullo stesso piano. In questi giorni hanno ucciso con un colpo di pistola un ragazzo, come se niente fosse, aveva il torto di aver voluto una casa dove abitare con la sua famiglia. Questo è successo a Roma, dove i quartieri dei baraccati costruiti coi cartoni e vecchie latte arrugginite stridono in contrasto alle sfarzose residenze dell'Eur. Non parliamo poi della disoccupazione e delle condizioni di vita delle masse operaie nelle grandi fabbriche della città. È questo il risultato della "ricostruzione", di tanti anni di lavoro dal '45 ad oggi? Sì è questo: sperpero, parassitismo, lusso sprecato da una parte e incertezze, sfruttamento e miseria dall'altra. [...] Oggi, in questa fase di crisi acuta occorre più che mai resistere affinché il fascismo sotto nuove forme "democratiche" non abbia nuovamente il sopravvento. Le mie scelte rivoluzionarie dunque, nonostante l'arresto di Renato, rimangono immutate “


Curcio, era appena stato arrestato, lei si presentò al carcere con un mitra, prese degli ostaggi e iniziò a gridare il nome del marito, intimando ai secondini di farlo uscire, minacciando una strage.
Riuscì a farlo evadere (le testimonianze dei presenti narrano del sorriso e della sua assoluta tranquillità nell'azione)

Fu uccisa come nelle migliori tradizioni dei regimi fascisti sudamericani, a freddo, con un colpo di pistola. (testimonianza del compagno che riuscì a scappare e mai identificato, che non aveva nessun motivo per mentire).

Morì come aveva vissuto, con una pistola in pugno e senza ripensamenti.
Consiglio a tutti di leggere il libro “Nome di battaglia Mara. Vita e morte di Margherita Cagol il primo capo delle Br”



F

A'mmbecille : non bastava Cavallero,adesso riesumiamo pure la Cagol. Organizzati a puntate,prima che qualcuno non ti appioppi una bella denuncia. Magari la pròssima la puoi dedicare al bel Renè................oppure all'"èsule" Battisti..........

Sei un idiota conclamato.

Grazie per gli insulti, vecchio coglione di un mago trecartaro.
Non hai capito nulla, come al solito.
Il Vate ha proposto un 3d sul terrorismo e parlare della fondatrice del più importante movimento di lotta ti pare così assurdo ???
Quì tutti condanniamo ogni forma di terrorismo, è chiaro, ma questa gente è esistita ed ha cambiato per sempre il nostro paese.
Tu, che notoriamente sei ottuso e marcio dentro, ci vedi una malizia che non c'è.
Si parla di terrorismo, idiota, e di chi dobbiamo parlare?? Di Pluto e Topolino???
Curati e non rompere i coglioni !!!

F

Spàrati idiota,e tògliti dai coglioni ! tongue pirat
avatar
Cagliostro49

Messaggi : 3123
Data d'iscrizione : 07.05.08
Località : CAMPI FLEGREI INGRESSO DELL'ADE

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 07 2008, 20:04

altro post in cui finalmente sarugia si riallinea sulle posizioni di peppe e chris......

se si dovesse seguire cio' che sostengono un paio di utenti non dovrebbero neanche essere piu' pubblicati libri sul fenomeno dell'estremismo rosso......

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Cagliostro49 il Gio Ago 07 2008, 20:51



Si sono riaperte le iscrizioni del club Cottolengo ! Finalmente,qualcuno comincia a tirare un sospiro di sollievo,perchè si sentiva solo e abbandonato............
avatar
Cagliostro49

Messaggi : 3123
Data d'iscrizione : 07.05.08
Località : CAMPI FLEGREI INGRESSO DELL'ADE

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 07 2008, 20:55

in realtà è accaduto il contrario stavolta........

e cioè sono stati peppe e chris a portare avanti certi discorsi durante una mia pausa e durante un momento di sbandamento di sarugia......

inoltre stavolta non c'è stato bisogno di accordi......

quindi vuol dire che le posizioni sono davvero simili e siamo uniti piu' che mai.......

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Fast il Gio Ago 07 2008, 20:57

certo che siete uniti: è giusto così. Dovete essere uniti, vi meritate. Twisted Evil
avatar
Fast

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 07 2008, 21:01

fast tra gli obiettivi del governo non ti ho visto inserire la lotta al precariato.....

e' chiaro che te ne fotti.......

stai bene tu che gli altri si fottano.......

secondo te io e chris che idea posiamo avere in proposito visto che viviamo la situazione sulla nostra pelle?

questo per farti capire perchè ci meritiamo.......mente voi siete bravi a giudicare....condannare......a fare la gente di cultura.........

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Fast il Gio Ago 07 2008, 21:21

Tu sei uno psicolabile, e capisco tu abbia grossi problemi.
ma dovresti cercare di far chiarezza nel tuo cervello se vuoi qualche speranza.
Se vuoi sostegno economico perchè non ti rivolgi a peppe che è uno speculatore finanziario e guadagna centinaia di migliaia di€ annui oppure a sarugia che è figlio di un possidente capitalista piemontese.
Chiedi ai tuoi "compagni" e misura la loro solidarietà.
avatar
Fast

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Cagliostro49 il Gio Ago 07 2008, 21:24

Fast ha scritto:Tu sei uno psicolabile, e capisco tu abbia grossi problemi.
ma dovresti cercare di far chiarezza nel tuo cervello se vuoi qualche speranza.
Se vuoi sostegno economico perchè non ti rivolgi a peppe che è uno speculatore finanziario e guadagna centinaia di migliaia di€ annui oppure a sarugia che è figlio di un possidente capitalista piemontese.
Chiedi ai tuoi "compagni" e misura la loro solidarietà.

Forse già fatto .........! tongue pirat
avatar
Cagliostro49

Messaggi : 3123
Data d'iscrizione : 07.05.08
Località : CAMPI FLEGREI INGRESSO DELL'ADE

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 07 2008, 21:25

ma che cazzo scrivi?

cosa c'entra il precariato con richieste economiche?

io sostengo che tra le priorità del governo ci dovrebbe essere la lotta al precariato e tu parli di richieste economiche?

chi è lo psicolabile?

mahhhhhh

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 07 2008, 21:27

ecco........ovviamente il trecartaro subito ne approfitta col solito modo viscido.......

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Fast il Gio Ago 07 2008, 21:29

Tu sei lo psicolabile: è accertato.
Una diagnosi fatta suoi tuoi scritti da parte uno psichiatra amico mi ha confermato. Sei soggetto ad una sindrome bipolare con tendenze maniacali. aggravata da un complesso di inferiorità dovuta alle scarse attenzioni affettive ricevute nella tua vita.
Mi spiace, se vuoi posso farti avere le medicine con lo sconto. manda recapito.
avatar
Fast

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Ospite il Gio Ago 07 2008, 21:36

minchia mi fai morire fast.......

va bè va.......fa caldo........lasciamo perdere tutti gli scontri.......

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Le br, 25 anni dopo

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum