Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Ospite il Dom Lug 27 2008, 05:36

Spesso si dice che il problema parte dalla famiglia: padri assenti e libertini,madri permissive e società.
Questa sera,dopo qualche mese,mi sono ributtato in quello che per me è sempre stato un momento di spasso.Il famoso "sabato sera del divertimento".
Le cazzate le abbiamo fatte più o meno tutti,alcuni però capiscono in fretta e tornano alla "buona vita".
Non è un caso che molti giovani "puliti o ripuliti,si sentano come dei "pesci fuor d'acqua" ogni qual volta varcano l'ingresso di qual si voglia discoteca,da questa sensazione all'isolamento e all'emarginazione, il passo e breve (anche se essere emarginato,in questo caso,da i "fattoni,fighi fighette"mi pare semplicemente come una benedizione..ed io ne so qualcosa..).
Il problema dello "sballo" non deriva,secondo me,ne dalla famiglia e nemmeno dall'ignoranza (conosco universitari di buona famiglia che si bombano di coca come dei campesino bolivariani) ma dal carattere debole, del seguire la massa,dalle esperienze e dalla mancanza di una fede religiosa o perchè no di una ideologia politica E DALLA MANCANZA DI CERVELLO E QUINDI DI CONSAPEVOLEZZA E RESPONSABILITA')
Mio padre è uno di quei "duri e puri" del fascio- legge- ordine (astemio,contro ogni sostanza stupefacente,si concede solo le sigarette) ma al contempo è un libertario d'annunziano-sopratutto in campo femminile (tende a definirsi fascista-libertario...ed io rido ogni volta..).
Mia madre non è fascistoide ma nemmeno permissivissima.
Eppure io avrei la possibilità come e quando voglio di andarmi a comprare la cocaina,l'eroina,le anfetamine,la maryuana,etc....ma non lo faccio. Mi concedo solo le mie tanto amate sigarette e i miei tanto amati caffè.
Quindi il problema è che molti miei coetanei sono presi da questa malattia mentale dello sballarsi,del tutto è subito,del sentirsi figo e dalla paura della noia e dell'emarginazione (perchè noia ed emarginazione attendono con gioia tutti quelli che non si fanno abbindolare...quasi una legge diabolica che punisce in maniera diversa chi non si spappola il cervello).
Le campagne contro la droga e l'alcool servono a poco,anzi a nulla.Basti pensare all'incremento dell'uso di tali sostanze.
La mia piccola convinzione è che i mass media capitalistici e dediti al "briatorismo" inneschino un meccanismo perverso : televisione,soldi,apparire,etc....
Quello che non arriva ad essere VIP si sente,erroneamente,"sfigato" e quindi vuole fare il vizioso e non sentirsi di meno,si compra il grammo di coca e poi dopo qualche ora,sino a che l'amaro della sostanza non gli è arrivato al cervello,torna in depressione.
Quindi i modelli che ci fanno passare per "fighi" sono i più "sfigati" (modelle che pippano e compagnia bella).
Non bisogna nemmeno dire che tutto viene dal fatto che noi giovani siamo dei mollaccioni e figli di papà,anzi,prendete me ad esempio (sono una specie di "muratore bergamasco che si atteggia da figo",sono proletario eppure non faccio parte degli "sballoni").
E non dite nemmeno che servono le botte,schiaffi e pugni (tanti li prendono ma appena hanno dei soldi la prima cosa che fanno e recarsi dal pusher) quindi la retorica del padre/padrone/sfaciatesta è inutile.
E non mi si venga nemmeno a dire che i giovani si "sballano" perchè depressi o ansiosi (per combattere queste stati emotivi esistono delle cure farmacologiche e una vita serena,certo non il cilum di nepalese o la fumata di crack).
Per concludere dico solo che se si imparasse a scegliere il "meno peggio" quindi : noia,emarginazione e forse un briciolo di antimaterialismo piuttosto che andare dietro a le masse del tutto e subito e sono figo solo se pippo,sarebbe già un enorme successo.
Ma spiegateglielo voi ai miei coetanei che noia ed emarginazione,in questo caso specifico,non sono altro che sensazioni da vincenti e non da perdenti e sfigati .

P.S. NON ANDRO' PIU' NELLE DISCOTECHE STILE "IBIZA" PERCHE' O FACCIO A BOTTE OPPURE NON MI DIVERTO (AL MASSIMO SI PUO' RICEVERE UN POMPINO FATTO DA UNA "FUSA"...MA QUANDO UNA FUSA TI GRATTA -CON I DENTI- LE PARTI INTIME.....MEGLIO STARSENE A CASA Very Happy ).

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Farfalla il Dom Lug 27 2008, 10:29

Beh, devo dire che condivido molte delle tue riflessioni (dovresti scrivere più spesso alle 4.30 Smile ).
Due commenti "genitoriali" che vengono dall'esperienza diretta. Mia figlia ha adesso 20 anni; quando ne aveva 16 ha espresso la volontà di iniziare a frequentare i posti di cui sopra. Io non mi fidavo molto (direi proprio per niente mi fidavo) e quindi abbiamo risolto in questo modo: alla sera li caricavo 3-4 in macchina e li portavo al disco; entravano loro (tutti minorenni) ed entravo anch'io in versione body guard: li sorvegliavo a vista senza avvicinarmi. Per me è stato un grande sacrificio perchè non sopporto quei posti, odio la folla, di giorno lavoro e quindi di notte cerco di dormire, ma è servito: ho visto che tutto sommato l'ambiente era...mmm...passabile e se un giovine (capace di intendere e volere) non voleva cacciarsi nei pasticci poteva farcela.
Ho visto però tanta gente sfigata, vuota, senza arte ne parte...boh, poverini, provavo tanta pietà per loro.
Dopo 4-5 raid e meritatissimo titolo "madre coraggio" ho smesso (molto volentieri). Mia figlia ha frequentato ogni tanto quei ambienti ancora per un paio d'anni e poi ha chiuso la parentesi dicendo "ma sono davvero posti di merda"
Amen. Alle conclusioni giuste ci si arriva anche da soli e con un poco di pazienza

Farfalla

Messaggi : 396
Data d'iscrizione : 10.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Ospite il Dom Lug 27 2008, 11:28

Io l'ho detto che non c'è più il gusto del sano divertimento. Bisogna per forza andare a ubriacarsi di bar in bar col motorino, sentirsi fuori di testa per divertirsi, entrare in discoteche dove spendi 30 euro (però con una consumazione compresa) per rincoglionirti e fare aperitivi da 8 euro a ripetizione.
Troppi soldi in tasca a chi non li sa gestire (e non se li è guadagnati)fanno male. Tant'è che finiscono in quei casini soprattutto coloro che i soldi non se li sono sudati (e mi riferisco anche ai tipi dello spettacolo o ai lapi).

Eh già, ma ora mi beccherò "non ci sono più le mezze stagioni" e "a che piano va? io al quinto...." Razz

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Ospite il Dom Lug 27 2008, 11:30

Chissà cosa si era fumato Chris alle 4 e mezza per dire queste cose così sensate Laughing

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Farfalla il Dom Lug 27 2008, 13:25

Chris, siamo in due a chiederti: cos'hai fumato?? Surprised

Farfalla

Messaggi : 396
Data d'iscrizione : 10.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Farfalla il Dom Lug 27 2008, 13:26

Eh già, ma ora mi beccherò "non ci sono più le mezze stagioni" e "a che piano va? io al quinto...." Razz[/quote]
Oh fly! Very Happy

Farfalla

Messaggi : 396
Data d'iscrizione : 10.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Ospite il Dom Lug 27 2008, 17:49

Cari Reset e Farfalla,Voi non avete avuto modo di leggere alcune delle mie riflessioni seriose ma solo quelle un pochettino ciociare (senza nulla togliere agli amici di Frosinone) e leggermente frivole.
Siete quì da poco,quindi avete avuto modo di leggere solo mie boutade scherzose e ironiche.
Fino a non molto tempo fa esprimevo,sempre sul forum dello Zio bischero Guerri, articoli come questi,il mio vero essere,poi visto che nessuno me li prendeva più di tanto in considerazione pensai di cambiare argomentazioni.
Più volte ho ribadito che il mio "io" interiore è molto più maturo e riflessivo rispetto alle battute cazzare sul mio pene e alle mie imprese sessuali (ma io sono così...riflessivo e serioso ma anche pieno di battute,simpatie ed ironia...non a caso chi mi frequenta torna a casa con forti dolori alle stomaco per via delle mega risate che gli faccio fare)
Quando scherzo lo faccio notare,e anche bene.
Quando sono nervoso,pure.
Quando sono serio,altrettanto.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Farfalla il Dom Lug 27 2008, 18:05

Reset,
io e te abbiamo capito un beato...uhm...niente!
Insomma, è un bravo ragazzo, tutto qui!

Farfalla

Messaggi : 396
Data d'iscrizione : 10.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Ospite il Dom Lug 27 2008, 18:11

Farfalla ha scritto:Reset,
io e te abbiamo capito un beato...uhm...niente!
Insomma, è un bravo ragazzo, tutto qui!


Che sia un bravo ragazzo,per esempio adatto a tua figlia Very Happy non vi è alcun dubbio.
Ti ripeto : sono ironico e scherzosissimo ma quando sono serio,come in questo caso-leggi articolo,lo si capisce.
Oppure devo sottolinearlo alla fine di ogni mio post ?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Ospite il Lun Lug 28 2008, 01:12

Dulcis in fundo


Ma Christian sta scherzando ora?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Ospite il Lun Lug 28 2008, 01:15

Farfalla ha scritto:Eh già, ma ora mi beccherò "non ci sono più le mezze stagioni" e "a che piano va? io al quinto...." Razz
Oh fly! Very Happy[/quote]

Mah!!! Oh jesus Laughing


Ok ho capito, Chris era serio serio! Very Happy

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Ospite il Lun Lug 28 2008, 01:43

Sono molto serio.Non fatemi incazzare. Very Happy


Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Ospite il Lun Lug 28 2008, 01:52

bob un mito........ma questo film non mi è piaciuto....

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da gbg il Lun Lug 28 2008, 02:00

chris1985 ha scritto:Spesso si dice che il problema parte dalla famiglia: padri assenti e libertini,madri permissive e società.
Questa sera,dopo qualche mese,mi sono ributtato in quello che per me è sempre stato un momento di spasso.Il famoso "sabato sera del divertimento".
Le cazzate le abbiamo fatte più o meno tutti,alcuni però capiscono in fretta e tornano alla "buona vita".
Non è un caso che molti giovani "puliti o ripuliti,si sentano come dei "pesci fuor d'acqua" ogni qual volta varcano l'ingresso di qual si voglia discoteca,da questa sensazione all'isolamento e all'emarginazione, il passo e breve (anche se essere emarginato,in questo caso,da i "fattoni,fighi fighette"mi pare semplicemente come una benedizione..ed io ne so qualcosa..).
Il problema dello "sballo" non deriva,secondo me,ne dalla famiglia e nemmeno dall'ignoranza (conosco universitari di buona famiglia che si bombano di coca come dei campesino bolivariani) ma dal carattere debole, del seguire la massa,dalle esperienze e dalla mancanza di una fede religiosa o perchè no di una ideologia politica E DALLA MANCANZA DI CERVELLO E QUINDI DI CONSAPEVOLEZZA E RESPONSABILITA')
Mio padre è uno di quei "duri e puri" del fascio- legge- ordine (astemio,contro ogni sostanza stupefacente,si concede solo le sigarette) ma al contempo è un libertario d'annunziano-sopratutto in campo femminile (tende a definirsi fascista-libertario...ed io rido ogni volta..).
Mia madre non è fascistoide ma nemmeno permissivissima.
Eppure io avrei la possibilità come e quando voglio di andarmi a comprare la cocaina,l'eroina,le anfetamine,la maryuana,etc....ma non lo faccio. Mi concedo solo le mie tanto amate sigarette e i miei tanto amati caffè.
Quindi il problema è che molti miei coetanei sono presi da questa malattia mentale dello sballarsi,del tutto è subito,del sentirsi figo e dalla paura della noia e dell'emarginazione (perchè noia ed emarginazione attendono con gioia tutti quelli che non si fanno abbindolare...quasi una legge diabolica che punisce in maniera diversa chi non si spappola il cervello).
Le campagne contro la droga e l'alcool servono a poco,anzi a nulla.Basti pensare all'incremento dell'uso di tali sostanze.
La mia piccola convinzione è che i mass media capitalistici e dediti al "briatorismo" inneschino un meccanismo perverso : televisione,soldi,apparire,etc....
Quello che non arriva ad essere VIP si sente,erroneamente,"sfigato" e quindi vuole fare il vizioso e non sentirsi di meno,si compra il grammo di coca e poi dopo qualche ora,sino a che l'amaro della sostanza non gli è arrivato al cervello,torna in depressione.
Quindi i modelli che ci fanno passare per "fighi" sono i più "sfigati" (modelle che pippano e compagnia bella).
Non bisogna nemmeno dire che tutto viene dal fatto che noi giovani siamo dei mollaccioni e figli di papà,anzi,prendete me ad esempio (sono una specie di "muratore bergamasco che si atteggia da figo",sono proletario eppure non faccio parte degli "sballoni").
E non dite nemmeno che servono le botte,schiaffi e pugni (tanti li prendono ma appena hanno dei soldi la prima cosa che fanno e recarsi dal pusher) quindi la retorica del padre/padrone/sfaciatesta è inutile.
E non mi si venga nemmeno a dire che i giovani si "sballano" perchè depressi o ansiosi (per combattere queste stati emotivi esistono delle cure farmacologiche e una vita serena,certo non il cilum di nepalese o la fumata di crack).
Per concludere dico solo che se si imparasse a scegliere il "meno peggio" quindi : noia,emarginazione e forse un briciolo di antimaterialismo piuttosto che andare dietro a le masse del tutto e subito e sono figo solo se pippo,sarebbe già un enorme successo.
Ma spiegateglielo voi ai miei coetanei che noia ed emarginazione,in questo caso specifico,non sono altro che sensazioni da vincenti e non da perdenti e sfigati .

P.S. NON ANDRO' PIU' NELLE DISCOTECHE STILE "IBIZA" PERCHE' O FACCIO A BOTTE OPPURE NON MI DIVERTO (AL MASSIMO SI PUO' RICEVERE UN POMPINO FATTO DA UNA "FUSA"...MA QUANDO UNA FUSA TI GRATTA -CON I DENTI- LE PARTI INTIME.....MEGLIO STARSENE A CASA Very Happy ).

Sarei meno categorico. Dietro ogni fallimento, come dietro ogni successo, c'è una storia personale.
avatar
gbg
Admin

Messaggi : 911
Data d'iscrizione : 29.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://giordanobrunoguerri.tribunalibera.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Ospite il Lun Lug 28 2008, 02:06

gbg ha scritto:
chris1985 ha scritto:Spesso si dice che il problema parte dalla famiglia: padri assenti e libertini,madri permissive e società.
Questa sera,dopo qualche mese,mi sono ributtato in quello che per me è sempre stato un momento di spasso.Il famoso "sabato sera del divertimento".
Le cazzate le abbiamo fatte più o meno tutti,alcuni però capiscono in fretta e tornano alla "buona vita".
Non è un caso che molti giovani "puliti o ripuliti,si sentano come dei "pesci fuor d'acqua" ogni qual volta varcano l'ingresso di qual si voglia discoteca,da questa sensazione all'isolamento e all'emarginazione, il passo e breve (anche se essere emarginato,in questo caso,da i "fattoni,fighi fighette"mi pare semplicemente come una benedizione..ed io ne so qualcosa..).
Il problema dello "sballo" non deriva,secondo me,ne dalla famiglia e nemmeno dall'ignoranza (conosco universitari di buona famiglia che si bombano di coca come dei campesino bolivariani) ma dal carattere debole, del seguire la massa,dalle esperienze e dalla mancanza di una fede religiosa o perchè no di una ideologia politica E DALLA MANCANZA DI CERVELLO E QUINDI DI CONSAPEVOLEZZA E RESPONSABILITA')
Mio padre è uno di quei "duri e puri" del fascio- legge- ordine (astemio,contro ogni sostanza stupefacente,si concede solo le sigarette) ma al contempo è un libertario d'annunziano-sopratutto in campo femminile (tende a definirsi fascista-libertario...ed io rido ogni volta..).
Mia madre non è fascistoide ma nemmeno permissivissima.
Eppure io avrei la possibilità come e quando voglio di andarmi a comprare la cocaina,l'eroina,le anfetamine,la maryuana,etc....ma non lo faccio. Mi concedo solo le mie tanto amate sigarette e i miei tanto amati caffè.
Quindi il problema è che molti miei coetanei sono presi da questa malattia mentale dello sballarsi,del tutto è subito,del sentirsi figo e dalla paura della noia e dell'emarginazione (perchè noia ed emarginazione attendono con gioia tutti quelli che non si fanno abbindolare...quasi una legge diabolica che punisce in maniera diversa chi non si spappola il cervello).
Le campagne contro la droga e l'alcool servono a poco,anzi a nulla.Basti pensare all'incremento dell'uso di tali sostanze.
La mia piccola convinzione è che i mass media capitalistici e dediti al "briatorismo" inneschino un meccanismo perverso : televisione,soldi,apparire,etc....
Quello che non arriva ad essere VIP si sente,erroneamente,"sfigato" e quindi vuole fare il vizioso e non sentirsi di meno,si compra il grammo di coca e poi dopo qualche ora,sino a che l'amaro della sostanza non gli è arrivato al cervello,torna in depressione.
Quindi i modelli che ci fanno passare per "fighi" sono i più "sfigati" (modelle che pippano e compagnia bella).
Non bisogna nemmeno dire che tutto viene dal fatto che noi giovani siamo dei mollaccioni e figli di papà,anzi,prendete me ad esempio (sono una specie di "muratore bergamasco che si atteggia da figo",sono proletario eppure non faccio parte degli "sballoni").
E non dite nemmeno che servono le botte,schiaffi e pugni (tanti li prendono ma appena hanno dei soldi la prima cosa che fanno e recarsi dal pusher) quindi la retorica del padre/padrone/sfaciatesta è inutile.
E non mi si venga nemmeno a dire che i giovani si "sballano" perchè depressi o ansiosi (per combattere queste stati emotivi esistono delle cure farmacologiche e una vita serena,certo non il cilum di nepalese o la fumata di crack).
Per concludere dico solo che se si imparasse a scegliere il "meno peggio" quindi : noia,emarginazione e forse un briciolo di antimaterialismo piuttosto che andare dietro a le masse del tutto e subito e sono figo solo se pippo,sarebbe già un enorme successo.
Ma spiegateglielo voi ai miei coetanei che noia ed emarginazione,in questo caso specifico,non sono altro che sensazioni da vincenti e non da perdenti e sfigati .

P.S. NON ANDRO' PIU' NELLE DISCOTECHE STILE "IBIZA" PERCHE' O FACCIO A BOTTE OPPURE NON MI DIVERTO (AL MASSIMO SI PUO' RICEVERE UN POMPINO FATTO DA UNA "FUSA"...MA QUANDO UNA FUSA TI GRATTA -CON I DENTI- LE PARTI INTIME.....MEGLIO STARSENE A CASA Very Happy ).

Sarei meno categorico. Dietro ogni fallimento, come dietro ogni successo, c'è una storia personale.


Il mondo si divide in due categorie : i cattivi e i menocattivi.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da gbg il Lun Lug 28 2008, 02:14

E' ancora più sgradevole la dicotomia
furbi/fessi.
avatar
gbg
Admin

Messaggi : 911
Data d'iscrizione : 29.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://giordanobrunoguerri.tribunalibera.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Ospite il Lun Lug 28 2008, 02:19

Come è sgradevole il duepolio
Sfigati/Fortunati.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Ospite il Lun Lug 28 2008, 02:20

Il maleminore è il migliore.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da gbg il Lun Lug 28 2008, 02:24

buoni/cattivi
avatar
gbg
Admin

Messaggi : 911
Data d'iscrizione : 29.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://giordanobrunoguerri.tribunalibera.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Ospite il Lun Lug 28 2008, 02:29

gbg ha scritto:E' peggiore la dicotomia
furbi/fessi.

Non lo so.Però per me chi si fa di anfetamine,la taglia con la scheda del telefono e poi se pippa (con rischio di epistassi o di crepare di infarto) secondo me chi lo fa è un emerito fesso.
Se è un incoscienza allora ti salvo e ti riabilito...ma se ne sei consapevole allora sei un fesso.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Fast il Lun Lug 28 2008, 08:28

Selezione naturale.
avatar
Fast

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Ospite il Lun Lug 28 2008, 17:28

Fast ha scritto:Selezione naturale.

Aspettavo,anche,un tuo commento sul mio articolo,post,messaggio,sms,mms chiamalo come ti pare.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Fast il Lun Lug 28 2008, 17:51

Sono d'accordo con GBG, spesso non vi è nessuna indagine sociologica da fare.
Stessa famiglia, stesso ambiente, stessa educazione e spesso risultati diversi. Uno che si laurea uno che si perde. perchè?
E' il meccanismo del cervello, le ansie , le paure l'incapacità di superare gli ostacoli.
Il mondo fa una selezione, sempre,trova il modo di eliminare i meno adatti.
avatar
Fast

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Ospite il Lun Lug 28 2008, 18:17

Fast ha scritto:Sono d'accordo con GBG, spesso non vi è nessuna indagine sociologica da fare.
Stessa famiglia, stesso ambiente, stessa educazione e spesso risultati diversi. Uno che si laurea uno che si perde. perchè?
E' il meccanismo del cervello, le ansie , le paure l'incapacità di superare gli ostacoli.
Il mondo fa una selezione, sempre,trova il modo di eliminare i meno adatti.


Infatti ho "sdoganato dalla dogana" quelli che dicono "è sempre colpa della famiglia".

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Ospite il Lun Lug 28 2008, 18:41

E poi le ansie si possono combattere e superare anche con i farmaci appositi.
Non con l'eroina,Cocaina e maryuana ammoniacata.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il solito problema dei giovani e dello "sballo"

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum