La libertà di correre a cuor leggero

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: La libertà di correre a cuor leggero

Messaggio Da LACOSA il Gio Lug 24 2008, 17:07

mi ha scritto:
LACOSA ha scritto:
mi ha scritto:No, eravamo in quattro!!!!! Ho corso da sola sempre vista dalle mie amiche ferme a fare esercizi.

Però, se proprio vuoi, le armi mi incuriosiscono. Anche se aborro la violenza flower

mi, oggi ho provato a comprarti una pistola, ma mi hanno chiesto il porto d'armi. scratch
Pensavo, se ne acquisto una nei vicoli, ti va bene uguale? cyclops

Purché sia sciccosa! Razz

Ho capito, una piccola con il manico intarsiato. Insomma, da portare nelle calze autoreggenti. pig
avatar
LACOSA

Messaggi : 2478
Data d'iscrizione : 02.05.08
Età : 47
Località : FANTASILANDIA

Vedi il profilo dell'utente http://www.pabloneruda.it/index.html

Tornare in alto Andare in basso

Re: La libertà di correre a cuor leggero

Messaggio Da LACOSA il Gio Lug 24 2008, 17:08

Fast ha scritto:LA COSA: non farlo: Tu compreresti una scatola con un mattone.

Suspect
avatar
LACOSA

Messaggi : 2478
Data d'iscrizione : 02.05.08
Età : 47
Località : FANTASILANDIA

Vedi il profilo dell'utente http://www.pabloneruda.it/index.html

Tornare in alto Andare in basso

Re: La libertà di correre a cuor leggero

Messaggio Da mi il Gio Lug 24 2008, 17:10

cheers
avatar
mi

Messaggi : 63
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La libertà di correre a cuor leggero

Messaggio Da mi il Gio Lug 24 2008, 17:15

mi ha scritto:Bene. Ieri mattina ho pensato alla mia sicurezza, al mio diritto alla libertà di correre, serena senza essere aggredita o giudicata. Oggi ho visto chi mi spaventava ieri e è giusto dimenticare me e la mia borghese autoreferenzialità. Ieri erano il pericolo e la paura ma sono individui senza una casa con un sacchetto di plastica in mano. Si svegliano con noi attorno che fatichiamo per sport e magari li guardiamo anche male, correndo più veloce passando lì davanti.
Qual è il punto di equilibrio? Esiste? Come, cosa fare? Aiutare, pensare a sé: si può superare l'immobilizzante dualità del tertium non datur?


A parte il divertimento, allegro pensare a sé, la domanda resta. Lì sospesa senza risposta. È possibile una soluzione?
avatar
mi

Messaggi : 63
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La libertà di correre a cuor leggero

Messaggio Da zorababela il Gio Lug 24 2008, 17:23

penso che la soluzione sia l'empatia, cioè cercare di capire, volta per volta, chi ci sta di fronte e decidere come rapportarsi a lui/lei.

in sintesi, non credo negli aiuti di massa a prescindere, così come non ragiono in termini di masse, ma di individui.
questo, ovviamente, quando siamo coinvolti in prima persona.

nel tuo caso, forse, dopo esserti accertata che non sono delinquenti, ti basterebbe passare davanti a loro e lasciare un po' di cibo, se lo accettano o comunque, un gesto, un sorriso, qualcosa che avvicini.

ti sentiresti più sicura nelle tue corse mattutine e molto probabilmente ascolteresti storie di vita altrui che ti servirebbero a capire chi dista da te anni luce e a sentirti meno "distante" da lui Smile
avatar
zorababela

Messaggi : 2740
Data d'iscrizione : 15.05.08
Età : 49

Vedi il profilo dell'utente http://flickr.com/photos/99209337@N00/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La libertà di correre a cuor leggero

Messaggio Da Cagliostro49 il Gio Lug 24 2008, 19:32

"".....Qual è il punto di equilibrio? Esiste? Come, cosa fare? Aiutare, pensare a sé: si può superare l'immobilizzante dualità del tertium non datur ?....""

MI
la soluzione ? Còmprati una bicicletta. Very Happy
avatar
Cagliostro49

Messaggi : 3123
Data d'iscrizione : 07.05.08
Località : CAMPI FLEGREI INGRESSO DELL'ADE

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La libertà di correre a cuor leggero

Messaggio Da malcolm il Ven Lug 25 2008, 09:44

mi
ha scritto anche:
Qual è il punto di equilibrio? Esiste? Come, cosa fare? Aiutare,
pensare a sé: si può superare l'immobilizzante dualità del tertium non
datur?

Siamo pratici, non facciamoci prendere dalla cosiddetta "compassione". Correremmo allora dei veri pericoli, quelli di essere coinvolti-fagocitati. La compassione ha un senso se è qualcosa di tecnico. Il medico, per esempio, prova compassione? o piuttosto dà il suo aiuto tecnico- medico? Lo stesso dobbiamo fare noi: aiutare tecnicamente e se proprio questo aiuto ci piace, possiamo sempre iscriverci a quelle associazioni di volontariato (che è un volontariato tecnico: economico, medico, psicologico, ecc.)

malcolm

Messaggi : 930
Data d'iscrizione : 18.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La libertà di correre a cuor leggero

Messaggio Da fabio il Ven Lug 25 2008, 17:06

Cagliostro49 ha scritto:"".....Qual è il punto di equilibrio? Esiste? Come, cosa fare? Aiutare, pensare a sé: si può superare l'immobilizzante dualità del tertium non datur ?....""

MI
la soluzione ? Còmprati una bicicletta. Very Happy

a mia moglie glie ne hanno fregate 2 in 2 mesi. media= 1 al mese. l'ultima sabato pomeriggio
avatar
fabio

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 16.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La libertà di correre a cuor leggero

Messaggio Da Fast il Ven Lug 25 2008, 17:16

Ne vorrei giusto una: dove posteggiano? Twisted Evil
avatar
Fast

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La libertà di correre a cuor leggero

Messaggio Da fabio il Ven Lug 25 2008, 18:09

Fast ha scritto:Ne vorrei giusto una: dove posteggiano? Twisted Evil

quelle di mia moglie saranno gia' in ukraina romania ecc....
ho fatto il giro dei biciclettai non c'e' una bici usata e scherzano ..".meno male che sono arrivati questi"..
avatar
fabio

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 16.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La libertà di correre a cuor leggero

Messaggio Da aladino il Ven Lug 25 2008, 18:22

mi ha scritto:Questa mattina quattro baldanzose e orgogliose fanciulle sono uscite di casa alle sei e quaranta tuta e scarpette e via di corsa. Io sono la più allenata e per non sprecare la seduta, quando una dopo l'altra tutte mi hanno abbandonato, ho continuato a correre da sola. Non proprio serena. Restando a portata delle loro orecchie in caso di un mio urlo di terrore. È mai possibile che si debba avere paura a correre da sole al parco - erano ormai le sette e un quarto e alcuni, pochi, corridori mi facevano compagnia? E se succedesse qualcosa di brutto, me lo sarei andata a cercare? Di certo qualcuno lo penserebbe. E sto parlando di una semplice corsa al parco. A cuor leggero, magari.

Ormai e' diventata una corsa al ...porco.... affraid

aladino

Messaggi : 3589
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La libertà di correre a cuor leggero

Messaggio Da aladino il Ven Lug 25 2008, 18:33

Zora ha in parte ragione ma lascerei questi esercizi di appeasement ai soli uomini ( che gia' vengono guardati con sospetto di frociaggine).
Ti consiglio uno spray al peperoncino, da usare al bisogno senza indugi.
Non e' lesivo, sta' tranquilla, ma manda ai pazzi per almeno un quarto d' ora....

aladino

Messaggi : 3589
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La libertà di correre a cuor leggero

Messaggio Da Fast il Ven Lug 25 2008, 18:52

SE per caso non funziona , porta anche aglio e olio. Twisted Evil
avatar
Fast

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La libertà di correre a cuor leggero

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum